Pickup fai-da-te ? How to…

Aggiornamento 7/12/06 : Reso articolo più leggibile e foto più leggere
Aggiornamento 24/11/06 : nuovo link per reperire materiale http://www.pickupmakers.com/

Visto la sempre maggiore frequenza allo splendido forum di Fennec ( che saluto ) è d’obbligo che cominci a scrivere qlc che possa interessare ai molti utenti. Rispolvero un progetto che feci circa un anno fa e che mi provocò non ben poki grattacapi.Si parla di PK per chitarra fatti in casa.Di cosa abbiamo bisogno?

  • Filo di rame apposito reperibile su www.stewmac.com oppure http://www.pickupmakers.com/ (trovate anche tutto quello che vi occorre)
  • dei supporti (base più magneti ) di vecchi di PK oppure nuovi : vedete voi
  • un trapano ( x cosa?? poi vedrete
  • interruttore magnetico facilmente reperibile
  • Paraffina (cera)
  • una calcolatrice vecchia ( l’importante è che abbia una funzione particolare :assicuratevi che facendo 0 +1 e premendo uguale in continuazione il risultato venga incrementato..1,2,3,4,etc…)–> grazie Arturo…

ok abbiamo tutto o quasi.. prima di partire poichè ritengo che sia importante conoscere lo strumento che si suona fino in fondo faccio un piccolo inciso sul meccanismo fisico che sta alla base ( mi spiace ma ve lo sorbite …la mia natura ingegneristica devo pur tirarla fuori..:)
Come funzionano i PK?
Allora un filo di rame è avvolto attorno a dei magneti formando delle spire ( dai 6000 a 8000 per una chitarra ). Nel momento in cui si pizzica la corda il campo magnetico viene modificato ( per inciso: ecco perkè le corde sono in metallo) . La Fisica ci insegna che una variazione del campo magnetico comporta la nascita della corrente nella spira : ecco il vostro segnale!

Detto ciò vediamo come procedere: lo scopo è quello di avvolgere il filo attorno ai magneti .Il Numero di giri ovviamente influenzerà il suono: piu giri daranno un suono piu corposo e più caldo mentre poki giri daranno meno volume.Trovare informazioni sul numero di giri dei PK che volete riprodurre in rete non è difficile quindi lascio a voi il compito…
Ricordo che all’ epoca mi scontrai con il problema dell’avvolgimento: Abbandonato il metodo a mano cominciai a pensare un modo utile e veloce per fare il tutto. Il primo pensiero fu di mettere il pickup su un giradischi e avvolgere tenendo tirato il filo con una mano: in realtà cosi facendo funziona tutto…unico inconveniente : i tempi biblici x finire !! se decidete di utilizzare cmq questo procedimento tenete conto del tempo che state all’opera e sapendo che fate 45 rpm saprete anche piu o meno quanti avvolgimenti avrete fatto (non dovete finire in un colpo solo …potete..oserei dire dovete farlo in più manche)

Ecco il risultato (il supporto che vedete è stato installato sul piatto del giradischi per tener fermo il PK)

giradischi_polaroid.png

Il colpo geniale deve ancora arrivare però…..Per prima cosa costruite un supporto per il PK (vedi figura sotto) che andrà messo sul trapano.Ad esso andrà anke legato un estremità dell’interrutore magnetico.

salida.png

Procuratevi ora una calcoltarice vecchia con la caratteristica detta in precedenza: apritela e saldate due fili al pulsante dell’uguale. fatto ciò ai due fili attaccate l’altra estremità dell’ interrutore magnetico(vedi figura)questo sarà poi legato al trapano.

pk_polaroid.pngcontatore_polaroid.png

L’idea semplice ma geniale è questa:

  • la calcoltarice è inizializata premendo 0+1 e poi “=”
  • viene montato il pk sul trapano e viene fatto girare cominciando ad avvolgere( okkio al filo)
  • ad ogni giro il pk chiude l ‘interrutore magnetico (questo coincide a premere “=”) e sulla calcoltarice viene incrementato di 1…

In pratica abbiamo creato un contatore con anke il display ..:) e molto piu veloce del 45 giri !

Faccio notare che la calcolatrice ha un suo tempo di aggiornamento se il trapano viaggia troppo veloce la calcoltarice non gli sta dietro quindi attenti con le velocità!

s6000081resized_polaroid.pngs6000082resized_polaroid.png

Come vedete dalle immagini io ho fatto anke un supporto x il filo in modo che sia più semplice tenerlo sotto controllo durante il procedimento ( ricordo che basta un attimo e addio filo…! )

In pratica il filo viene fatto passare attraverso le due rondelle ( la cui distanza è regolabile).In questo modo ci stiamo assicurando che il PK verrà sul trapano più o meno coperto uniformemente e non avvolto solo al centro.Durante l’avvolgimento infatti il filo dovà essere fatto muovere uniformemente ( o quasi daiii…) attraverso i limite definito dalle rondelle : avrete così dopo circa mooolte ore di lavoro un bel PK avvolto in modo abbastanza professionale ( vedi la prima foto).

PS consiglio di fare il lavoro magari in due, almeno le prime volte . Mi ricordo che io lo feci con la mia morosa e fu davvero stressante perkè più di una volta si ruppe il filo…(nuuuuuuuuuuuu!!) in quei momenti vorresti morire!

X facilitare lo srotolamento del filo durante il procedimento ho anke costruito un supporto per la matassa: questo va tenuto abbastanza lontano ( anke più lontano della foto).In questa maniera il filo si srotola facilmente da solo senza troppi strappi.

Per proteggere il pk è conveniente metterlo sotto cera:questo procedimento oramai in disuso migliora in qlc modo la resa sonora almeno così avevo letto da qlc parte….

comprate della Parrafina in un negozio di candele e fatela sciogliere a bagno maria in un pentolino di vetro (non metallo ma vetro!! ) e mettete a bagno il pickup…

Fatto ciò avrete i due fili del vostro pk ,un inizio e una fine ,che andranno saldati ( compito quasi impossibile se non si dispone di supporti seri come il sottoscritto) a due fili che tirete fuori dalla struttura e che utilizzerete per fare i cablaggi.

E’ tutto ! se avete bisogno fate sapere

s6000084resized_polaroid.png

180 risposte a “Pickup fai-da-te ? How to…”

  1. Bene! Se ne potrebbe parlare! Io sono nella zona di Torino. Al momento non ho bisogno di gente a lavorare, ma chissà… Del resto lavoro meglio con i musicisti: almeno hanno la passione per il suono, e non solo per le parcelle!
    Ciao.

    Miky

  2. Bene. La tesi almeno è inerente all’acustica? Se non lo è… fa lo stesso. Tanto si impara sul campo! Hai il mio indirizzo, in tutti i casi, per cui fatti vivo quando hai tempo.
    Per la storia dei pick-up, ieri sono andato da Merula e mi sono preso un Seymour Duncan SPB3 quarter pound. A ben pensarci, se fosse facile fare pick-up che suonano bene, e sottolineo bene, al punto da far suonare qualsiasi basso in modo decente, non esisterebbero prodotti commerciali che suonano male!!!
    Poi, del resto, ho provato un Tobias modello base con i Bartolini… Mi sono innamorato di uno strumento! Costa come un Fender Americano, ma non c’è paragone… e nota che suono con un Fender Jazz con i Seymour Duncan attivi ed un Music Man Sting Ray del ’78, per cui lo dico da partigiano!
    Fammi sapere le evoluzioni della tesi. Nel frattempo magari tolgo un po’ di avvolgimenti al pick up che ho tolto e tento di farlo diventare un bassa impedenza da collegare ad un preamp Ibanez attivo.
    Ciao.

  3. Salve…
    ho letto tutta la “discussione” e ho trovato molti spunti interessanti. L’unica cosa che non mi è chiara è la relazione “diametro del rame smaltato – suono del pickup”. Vado con una raffica di domande….confido in voi per qualche risposta:

    E’ obbligatorio usare un rame del diametro awg42 ?E’ possibile utilizzare altri diametri, magari più reperibili?Che relazione c’e’ fra diametro del filo/numero di spire/suono edl pickup?Se per assurdo dovessi prendere un rame smaltato del diametro di 1 mm e farmici un pickup….suonerebbe? Se si come?

    Per quanto riguarda la pickup winder:

    Come fate a far si che le spire ricoprano tutto lo spazio “avvolgibile” del pickup?

    Sto cercando di costruire una bobinatrice con un giradischi ed un mulinello da canna da pesca che riesce a muoversi sopra e sotto…..per il momento è ancora tutto campato in aria causa mancato acquisto(almeno per il momento) del rame smaltato. Dunque ragazzi aiutatemi a dissipare questi dubbi se volete darmi una mano a continuare 😀
    salve

  4. Allora..cercherò di risponderti . Il fatto del diametro sottile è questione di spazio (la potenza del segnale è davvero bassa in questo stadio non occorrono fili enormi).Se prendessi x assurdo 1mm di diametro suonerebbe lo stesso il pickup ma ti servirebbe uno spazio spropositato: quello che conta sono il numero di giri, più ne hai più il livello di uscita sarà alto (se ne è parlato forse in alcuni commenti..).
    Per quanto riguarda il problema del’avvolgimento su tutta la superfice…se noti ,l’apparecchio per tendere il filo, ha proprio quello scopo: il filo io lo facevo continuamente girare indirizzandolo in modo tale che si distribuisse omogeneamente.
    Spero di essermi spiegato.,

    se hai domande sono qui.

  5. certo….ti sei spiegato molto bene…
    io da perfetto ignorante ho l’obbligo morale di porti ancora domande….anche se possono essere cretine….
    allora continuiamo a porre il caso che io faccio questo pickup con il filo di 1 mm….giustamente tu dici che il livello di uscita sarà basso….non c’e’ un piccolo circuito semplice da attaccarci in modo da amplificare il segnale??
    sono nella fantascienza?

    p.s.
    non mi hai detto che ne pensi del mulinello da pesca

  6. oltre che basso volume perdi di corposità…quindi il mio consiglio non farlo :D. d’altra parte si parla per avere un segbale di circa 6000/8000 avvolgimenti.Ti conviene comprari il filo di rame , quello x i trasformatori può andare bene.
    per quanto riguarda il mulinello potrebbe essere un idea ma non vorrei che “stressi” troppo il cavo con degli strattoni, bisogna provare.
    Fammi sapere che sono curioso.

  7. d’accordo….scusa ma il rame per i trasformatori che diametro ha grosso modo?….tanto per intenderci 😀
    Per quanto riguarda awg42 l’ho trovato su ebay….c’e’ un tale che lo vende , ma a partire da un chilo….a quel punto non saprei quante spire riesco a fare….ma che diamine…spero almeno di finire un single coil con un chilo di awg42. che ne pensi? conosci qualcuno che vende online?Purtroppo qui a Potenza ho girato tutti i negozi possibili ma….ahimè…nulla!

  8. ciao…ho tre domande da fare
    1_dove mi procuro i magneti(senza doverli prendere dall’america che ci tanto e la spedizione costa troppo) che sul sito consigliato trovo solo il listino e nn la possibilità di comprarli
    2_il filo di rame deve essere in qualche modo ricoperto da qualche materiale isolante tipo delle vernici apposite oppure le spire si possono toccare tra di loro senza che diano problemi?
    3_ho anche bisogno di un preamplificatore oppure fa tutto da se?

    grazie mille ciaociao

  9. ciao prandwood

    1) manda una mail al sito consigliato, ti risponderanno per i prezzi.
    2) dovrebbe essere isolato il filo… ora non ricordo con precisione.

    3) i pickup non sono attivi, non hanno bisogno di preamp.

    Spero di essere stato esaustivo.

    marco

  10. Ciao, ottima idea…ma come hai collegato precisamente il sensore alla calcolatrice? nello schema elettrico della calcola qual’e il tasto dell’uguale??

  11. ciao Freedreamer innanzitutto complimenti per il pickup davvero geniale il tutto.Essendo ignorante sull’ argomento volevo farti alcune domande:
    1)dove posso prendere i magneti e le basi(non dai siti che hai detto in precedenza)
    2)quando ci sono l’ inizio e la fine del filo di rame che ci devo fare?li devo unire e dove li collego
    p.s.la calcolatrice è veramente molto molto geniale
    ciao flavio

  12. Salve,
    m chiamo Fabio e abito in prov. di Siena.
    da qualche mese sono entrato in possesso di una vecchia ma interessante chitarra hollowbody marca Teisco.
    La chitarra è provvista di due microfoni molto strani, dei quali non sono riuscito ad avere nessuna notizia.
    Si tratta di due humbuker su ognuno dei quali c’è la scritta
    “Spectrum – bass -treble “. Conoscete questi pick-ups?
    Oppure: dove posso trovare notizie in merito?
    Ringraziandovi anticipatamente vi saluto
    Fabio Bigazzi
    Per favore, se potete scrivetemi qui:
    fontana99@valdelsa.net

  13. Complimenti per il lavoro
    Pure io ho provato con la calcolatrice modificata ma ho notato che saltava diversi avvolgimenti, anche a velocità non elevata, quindi ho acquistato un contaimpulsi Omron a 20 Euro. Lo consiglio vivamente a tutti è molto più preciso!

  14. Ciao, dove si acquista un interruttore magnetico? Sembrava facile ma ho chiamato sia negozi di elettronica che negozi di elettricità ma niente, grazie.

  15. Ciao sono “Kurt”.Ti volevo chiedere una cosa: io ho una chitarra classica da mancino (davvero non sto scherzando) e vorrei inserire in questa due pick-up single coil, potresti per favore spiegarmi precisamente come fare?
    Grazie, Kurt

  16. non ci siamo capiti… forse non hai idea di come funzionano i pickup magnetici (single coil, humbucker etc.): necessitano di corde di metallo.. sulla classica che ha nylon non potranno mai funzionare. Ci vuole un pickup piezoelettrico.

  17. Ciao,
    ho letto tutto il tutorial e i commenti… mi piacerebbe davvero riuscire a costruire una “genialata” simile…però mi sorge un dubbio:in che modo il pk rimane attaccato al supporto? solo grazie ai magneti?

    Grazie 1000 e complimenti!

  18. ho invece un dubbio sul calcolo delle spire, non mi tornano i conti nelle formule che ho trovato.
    Qualcuno mi può aiutare?
    Devo ottenere una resistenza di circa 6k ohm, la lunghezza media della spira è di 12,25 cm ed uso un filo da 0,056 mmm.
    Grazie!

  19. Scusate io no ho capito come fare la base del pick up da attaccare al trapano ? E poi se volessi fare un pick up per basso quanti giri ? E infine che fili devo saldare alla fine ? Idea geniale quella della calcolatrice 🙂

  20. ciao freedreamer complimenti per il blog che dura da ormai 5 anni e 6 mesi. Pazzesco!!!! mi hai fatto venire la voglia di costruirmeli i pick up. A questo punto ti volevo chiedere gentilmente se posso farli di ceramica le basi su cui vanno incastrati i magneti; e poi un’altra cosa: in Italia si possono reperire questi magneti? se si dove? Ciao sei un grande!! sarai cresciuto e quindi sarai più esperto adesso!!

  21. Ciao Marco
    Complimenti per la guida 😉
    Sto cercando di costruirmi un paio di pickup per strato,
    Avevo solo un dubbio: Come posizioni il rocchetto di rame da svolgere?
    lo fai scorrere mentre riavvolgi oppure cosa?

  22. Ciao,
    ho basso tobias con pickups bartolini, il livello del segnale in uscita è piuttosto basso…si può fare qualcosa per aumentarlo senza sostituire i pickups?
    Grazie.

I commenti sono chiusi