SHG come vorrei che fosse…

Ieri sono stato alla second hand guitars a milano.E’ la mia prima visita alla manifestazione e devo ammettere che il frastuono era immenso. Pensavo di trovare gente che suonasse e invece …ahimè non è stato così! Sembrava la fiera del Riff..tutti che tentavano di farsi notare e provare duecento lick a velocità stratosferica senza fare un pezzo.Risultato: un casino immane. Per fortuna qualcuno che ha suonato per 5 min c’è stato e chissà come mai la gente si è fermata a sentire e ha applaudito. Oddio ma chi era costui?? bene il primo è stato Enrico Ciacci. A molti il nome sarà nuovo ma è più noto come fratello di little tony ( tra l altro sono uguali) oppure il chitarrista di Ennio Morricone. Ebbene si ragazzi ! Altro pezzo da novanta che ha reso possibile 5 min di vera musica è stato guarda caso Davide Facchini (che tra l altro era con me). Per tuti quelli che se lo sono perso ho registrato 5 min e ve li faccio vedere.
La classe si vede naturalmente e teneva ben testa ad un “guru” come Ciacci. In circa 2 ore e mezzo di visita sono state le uniche 2 persone che mi hanno saputo regalare un po’ di emozione con il loro sound.
Detto questo vi lascio una preview di Davide Facchini dove si vede anke Ciacci alla fine.Il pezzo lo riconoscerete senza dubbio ed è un pezzo che prima o poi Davide dovrà insegnarmi.Non sto a dire che è un suo arrangiamento perkè spero si capisca .

CategorieSenza categoriaTag

9 risposte a “SHG come vorrei che fosse…”

  1. tra l’altro, ma perché non fate assieme qualche video da mettere sul blog?almeno facciamo un po’ di pubblicità seria..tanto ormai con youtube zero problemi!

  2. Ciao Marco,
    in effetti domenica siamo usciti un po’ rintronati…
    Se vuoi possiamo fare un piccolo video con l’arrangiamento del brano dei Green Day che ti avevo mandato, è “semplice” e potrebbe piacere + o – a tutti.
    A proposito di Enrico Ciacci: è un personaggio storico della chitarra in Italia e non solo…chissà quante volte lo avete sentito e non lo sapete!
    La Telecaster con i pick up De Armond che vedete nel video è sua…e suona benissimo!
    P.S. sul sito http://www.anitadavideduo.com ci sono tutte le informazioni sui nostri CD. Per acquistarli basta contattarci. Ciao, Davide

  3. eh eh eh … ancora una volta i Musicisti, e cioè che fanno musica sono stati notati a scapito dei …”lickkettari velocisti” che vogliono stupire ma … durano ‘poco’ !!
    ;oo)))
    Lo sò ..sono un kane 😛

  4. Ciao, sono Bruno de Vita in persona, l’autore della chitarra del Maestro Enrico Ciacci, che mi onorò per avermi ordinato questo strumento esclusivo intorno 1989-1990.
    Per saperne di più su questo eccellente (non perchè l’ho ideato io) strumento, occorre leggere i blog relativi su MySpace.com-Bruno de Vita “intorno alla chitarra del Maestro Enrico Ciacci.
    Non è semplicemente una telecaster con i pickup De armond, ma una SEMIACUSTICA CON TAVOLA ARMONICA IN ABETE MASSELLO “SITKA”DELLO STESSO TIPO CHE TROVATE SULLE MARTIN, DISEGNATA NEL PROFILO DELLA TELECASTER.
    QUESTA CHITARRA HA LE CORDE ANCORATE SU “TREMOLO STRATOCASTER VINTAGE” .
    HA CAMERE TONALI ESPRESSAMENTE DISEGNATE DA ME, QUINDI NIENTE A CHE VEDERE CON LA SEMIACUSTICA “THINLINE” INTRODOTTA DALLA FENDER NEL 1969, CHE AVEVA LA TAVOLA ARMONICA STRATIFICATA (compensato), QUINDI NON DI MASSELLO VIBRANTE ACUSTICAMENTE…ed un suono più da semisolida. il timbro dolce e profondo e’ dovuto alla scelta dei legni e loro accoppiamenti.
    ” VOILA’ ” LA FORMULA VINCENTE ,UNICA , ED ESCLUSIVA !!!!!
    I PICKUP DeARMOND BIANCHI SONO STATI PRODOTTI QUANDO LA GRETSCH SMISE DI ADOTTARE/USARE I DeARMOND DYNASONIC NERI, TRA IL 1959 E IL 1960! POI BASTA.
    LA GUILD LI IMPIEGO’ PER IL MODELLO DUANE EDDY DE500 E ALTRI MODELLI, IN CASI ISOLATI NEL TEMPO, FINCHE’ NON PASSO’ DEFINITIVAMENTE AGLI HUMBUCKING, COME AVEVA FATTO LA GIBSON E LA GRETSCH. (informarsi) OGGI SONO I PIù RARI SUL MERCATO DELL’USATO E TROVARNE UNO NUOVO CORRISPONDE A FARE TREDICI AL TOTOCALCIO….ANZI…
    LORO CARATTERISTICA E’ IL SUONO UNICO E MAGICO DELL’ ALNICO PRE-1972 E IL FATTO CHE, ESSENDO DIVENTATI COL TEMPO MICROFONICI, AMPLIFICANO COME MICROFONI IL SUONO DELLA CASSA DI UNA CHITARRA SUPERSTAGIONATA CHE, PER GIUNTA ,HA VIBRATO BENISSIMO (DATO IL CHITARRISTA ECCELSO) PER QUASI 20 ANNI.
    QUI OCCORRE RICONOSCERE CHE SE QUESTO STRUMENTO NON AVESSE SUONATO PER QUASI VENTI ANNI PER MANO DI ENRICO CIACCI, NON SUONEREBBE COSì: IL MERITO DEL SUONO ECCEZIONALE, VA ATTRIBUITO AL 50% ALMENO AD ENRICO CIACCI, PER ME IL PIU’ GRANDE E VERSATILE CHITARRISTA ITALIANO DELLA STORIA DELLA MUSICA LEGGERA E DA FILM ITALIANA.

    IL FATTO DI AVRE MONTATO IL TREMOLO FENDER DEL TIPO VINTAGE A 6 VITI E IL POSIZIONAMENTO PARTICOLARE (calcoli devitici) DEL PICKUP AL PONTE, CONFERISCONO A QUESTO STRUMENTO UN TIMBRO SOLOIST DI LIVELLO INCOMMENSURABILE.
    NON TEMO DI SBAGLIARE NELL’ASSERIRE CHE AL MONDO NON SI TROVERà UNO STRUMENTO SIMILE CON LA STESSA VOCE.

    IL VALORE INTRINSECO DI QUESTA CHITARRA QUINDI NON ESISTE, DIPENDE SOLO DALLA VOLONTA’ DI SEPARARSENE DEL MAESTRO CIACCI E DALLA DISPONIBILITA’ DELL’EVENTUALE ACQUIRENTE CHE SI POTREBBE CERCARE TRA GLI SCEICCHI DELLA PENISOLA ARABA O TRA I BILL GATES AMERICANI. 🙂
    Se ne volete sapere di più, non esitate a contattarmi. Vi potrò dire le Verità su questo strumento UNICO, delle quali non può essere al corrente neanche il Maestro Ciacci stesso, che ha volte ha mitizzato il suo strumento, riportando notizie relative, condizionate dal lungo periodo di tempo trascorso, dal momento in cui gliela proposi “SU MISURA PER LUI” , “CUSTOM MADE”, considerando il suo modo di suonare e i suoi stili, dei quali ero a conoscenza fin dal 1960.
    In ultimo c’è da dire che, nel tempo, ho costruito per il Maestro altri strumenti e glie ne ho forniti di antichi, di livello eccezionale, come la GRETSCH SUPER CHET e la Gibson ES350 N, uguale a quella di Chuck Berry nel 1957, Country Gentleman King George, etc, ma il Maestro ha sempre preferito, nei concerti e nelle incisioni più importanti della sua vita, suonare solo questo strumento, adottandone la voce e facendola sua propria: “la voce musicale del Maestro Ciacci”.
    Lieto di poter servire ancora qualche chitarrista “illuminato”, quindi amante dell’acustico e del semiacustico, e non relegato ai pur mitici ma inflazionati suoni “solidi” di tele, strato e les paul… e infine …non sarebbe solo una scelta di stile…ma sopratutto “de Vita”. 🙂
    Ciao Belli,
    “HAVE TWANGY GUITAR WILL TRAVEL”

I commenti sono chiusi