Original Lensbaby – la potenza della Lomo

Premessa: per chi non conosce cos’è il fenomeno Lomo, vi rimando qui:

www.lomography.it

Quanti di noi avevano una macchinetta digitale veramente fetente che faceva foto con una caduta di luce ai bordi impressionante, mai troppo a fuoco e con effetti variopinti?Ebbene anche io ce l’avevo (una splendida 313, l’automobile di Paperino!) peccato che fossi un bimbetto e non capissi una cippa di fotografia.Beh, oggi abbiamo la possibilità di rimediare: Craig Strong, un simpatico ed ingegnoso fotografo dell’Oregon, ha creato ormai qualche anno fa Lensbaby, un prodotto innovativo che ha come scopo quello di ricreare il famoso effetto delle macchinette Holga sulle nuove e precisissime DSLR.
lensbaby original Lensbaby permette la messa a fuoco selettiva di una porzione di fotogramma, rendendo sfuocato il resto; crea, come definiscono sul sito i produttori, uno “sweet spot” intorno all’area di messa a fuoco. Tutto questo viene fatto piegando l’obiettivo grazie al suo tubo flessibile. La messa a fuoco viene fatta attualmente con le dita, sistema che più manuale non si può: accorciando il cilindro, si allontanerà il piano focale, estendendolo lo si avvicinerà. Questa operazione detta così non rende l’idea, in realtà si tratta di un balletto delle dita fino a trovare la giusta posizione; in ogni caso dopo qualche ora di allenamento si è in grado di scattare anche durante manifestazioni sportive!!

Si tratta di un obiettivo costituito da tre parti: un cilindro flessibile di plastica molto resistente simile ad un soffietto, con alle estremità una baionetta e dall’altra un altro anello filettato per i filtri e gli accessori, completamente in metallo.

Arrivati fin qui forse vi starete chiedendo: ma come cactus faccio ad esporre correttamente? eh eh ben tornati al passato! Lensbaby non ha nessun tipo di contatto elettronico, l’esposizione deve essere decisa in base a diversi semplici criteri:

1 – Regola del 16: luce solare diretta, l’esposizione corretta sarà con un diaframma a f/16 ed il tempo di esposizione pari a 1 diviso il valore impostato di ISO, a f/11 si diminuirà di un valore la velocità di esposizione; ad esempio, auto parcheggiata in pieno sole, f/11 a 1/250 sec. E via di questo passo.

2 – Tutte le DSLR moderne hanno la possibilità di valutare l’istogramma dell’immagine: questo mostra la distribuzione dei toni dal nero al bianco per numero di pixel. Fa un disegno monodimensionale della quantità e qualità di toni presenti da 0 (nero) a 255 (bianco). Una foto “buia” avrà l’istogramma spostato tutto a sinistra, una sovraesposta tutto a dx.

3 – Cartoncino grigrio 18% (ma direi che se siete in giro è un po’ dura tenere in mano tutto)

4 – Un po’ di esperienza… dopo diventa tutto automatico!

diaframmi lensbabyLensbaby è corredato di diversi diaframmi (2,8 / 4 / 5,6 / 8) che si inseriscono molto facilmente grazie ad un ingegnoso accessorio che sfila la guarnizione in gomma che poggia sul diaframma in sede. Lo schema ottico è semplicissimo e nonostante tutto dà ottimi risultati; ovviamente se cercate profili taglienti, questo non è il vostro prodotto! La focale si aggira intorno ai 50mm sul formato 35mm, quindi con i crop factors delle nuove fotocamere digitali arriveremo ad avere 62-65mm di focale.

In sintesi, nei tre fotogrammi seguenti ho fotografato una normalissima sveglia Ikea con una Nikon D70 e la mia bella Lensbaby Originale. Volendo mettere a fuoco solo la parte del mio fotogramma a sx, con le dita indice e medio di entrambe le mani piego l’obiettivo verso sinistra. Nelle altre due immagini succede la stessa cosa piegando dal lato opposto.

lensbaby original sxlensbaby original centrolensbaby original dx

Fig.: a seconda del diaframma, l’area di sweet-spot varia, ottenendo foto con una superficie di messa a fuoco più ampia.

Utilità del prodotto: la fotografia è ancora un’arte, a discapito di chi crede il contrario. Per questo motivo non posso che fare semplici esempi delle infinite possibilità di fare arte con questo oggettino: innanzitutto i ritratti, ma anche still-life, street photography, fotografia sperimentale, ecc ecc ecc, semplicemente scegliendo il giusto diaframma il risultato cambierà secondo le vostre necessità.

A questi link è possibile vedere qualche immagine che ho creato io. Le uniche elaborazioni sono state fatte durante la conversione da file RAW e riguardano curve, toni, colori e WB.

Oslo Sacro Monte - Varese

Da questo primo oggetto, sono stati creati accessori e nuovi obiettivi che migliorano ulteriormente le capacità di questa Lensbaby:

Lensbaby 2.0, che è caratterizzata da un doppietto ottico multicoated a bassa dispersione, alto indice di rifrazione, ad apertura completa si ottiene f2, nuovo sistema di utilizzo dei diaframmi, che si fissano su un supporto magnetico.
Lensbaby 3g, in cui la posizione dell’obiettivo può essere bloccata per rendere riproducibile l’effetto “sweet spot” o per esigenze di composizione in condizioni particolari.

Oltre a queste altre due versioni, sono disponibili diversi accessori tra cui lenti per scatti macro, lenti aggiuntive per avere focali tele e grandandoli (fossimo un sito importante me li sarei fatti mandare in prova 🙂 ), ricambi dei diaframmi, tappi ecc.

E’ disponibile per diversi corpi macchina: Nikon, Canon EOS, diverse Kodak, Pentax, Olympus, Leica, Panasonic Lumix…un elenco completo è disponibile nella sezione shopping del sito! Fateci un giro, soprattutto nella sezione “Lensbabies’ Friends”, chissà mai che la comunità si ingrandisca!

2 risposte a “Original Lensbaby – la potenza della Lomo”

  1. Mi ha sempre incuriosito ‘sta cosa delle Lensbabies! Prima o poi me ne prenderò una!

    Solo una nota: se la focale è circa 50mm “analogici”, in digitale equivalgono a ~75-80mm! 😉

I commenti sono chiusi