Monitor e TV dal futuro…

Vedere un oggetto e desiderare di toccarlo, è una delle reazioni più spontanee e immediate che un essere umano possa avere. E riuscire ad interagire con un computer senza tastiere o altro, ma usando semplicemente le mani, credo che sia il mezzo migliore per abbattere il muro tecnologico che si separa.


minority-report-transparent-screens.jpg Sono le parole di Jeff Han, ricercatore della New York University, inventore dell’ “interface free“, un’interfaccia che permette di interagire con lo schermo semplicemente con il tocco delle mani. La tecnologia di Han supera i normali touchscreen che noi tutti conosciamo, come il monitor del bancomat o la macchina utilizzata nelle stazioni per emettere i biglietti del treno (o anche i prossimi telefonini che saranno completamente privi di tastiera). Consente, oltre che di dare degli input, di intervenire sulle immagini ritagliandone delle porzioni o di disegnarne delle nuove istruendo il computer, sempre con l’aiuto del tocco delle dita, a svilupparle dandole anche un’animazione come se si trattasse di un cartone animato. Questo nuovo monitor a pixel percettivi è destinato a cambiare radicalmente le nostre abitudini nel guardare la TV o navigare su Internet ad esempio. Ma non solo, pensate a quante possibili applicazioni potrebbe avere. In attesa che venga brevettato e commercializzato, guardate questo video che ne mostra alcune potenzialità, merita davvero.

Non vi ricorda le scene di Minority Report in cui Tom Cruise usava dei guanti speciali per interfacciarsi con gli ologrammi? Lì si trattava di finzione cinematografica, questa invece è realtà…

By Fox

7 risposte a “Monitor e TV dal futuro…”

  1. Interessante… anche se una delle cose che ho sempre odiato dei touch-screen è che si sporcano in modo indecente… 🙂

  2. Ho letto qualche tempo fa che è in studio un apposito materiale su cui non restano le impronte ( o perlomeno non si vedono 🙂 ) con cui realizzare gli schermi dei cellulari touchscreen proprio per evitare questo fastidiosissimo problema

  3. Molte di queste cose fanno parte di una tecnologia brevettata da Apple e utilizzate per l’IPhone, soprattutto per quanto riguarda la manipolazione delle immagini.
    La vera novità di questo progetto sta nella possibilità avere un touchscreen che sia sensibile al tocco, non in un punto solo, ma a più pressioni in contemporanea…

  4. e dici poco???direi che è la cosa più bella!! e tra l’altro la gestione delle foto così è esattamente quella che uno fa quando ha un tot di immagini su una lavagna luminosa!!più comodo di così!

    speriamo che macslow produca qualcosa di simile in tempi brevi!

I commenti sono chiusi