Serie TV & sondaggio: Lost verso la fine?

image_001.jpgAbbiamo già avuto modo di osservare, in un precedente post, come la terza serie di Lost sia stata contrassegnata da un forte calo degli ascolti negli USA, circa il 14% in meno rispetto alla serie precedente. Forse non tutti se ne sono domandati il motivo ma chi lavora dietro le quinte della serie l’ha fatto, ha dovuto farlo. Se sino ad oggi Lost è stata considerata una serie unica nel suo genere, ora appare chiaro come proprio quella singolarità, quella tecnica narrativa quasi del tutto nuova, quell’elemento mistery elaborato e spalmato ovunque nella trama, si stia rivelando un’arma a doppio taglio. La crescente complessità della trama, nonché i misteri ormai numerosi e sovrapposti, stanno provocando particolare malcontento nell’animo del pubblico, il quale non solo fatica a reggere l’imponente e contorto mistero di fondo, ma teme addirittura di non trovare risposta alle domande che lo perseguitano sin dal pilota, rinunciando così a seguirne gli sviluppi. Ecco perché Abc e produttori stanno correndo immediatamente ai ripari. La soluzione migliore sembra essere quella di fissare una data di chiusura nota a tutti sin da subito, creare una sorta di coutdown in grado di regalare nuova adrenalina ai telespettatori, in questo caso rassicurati dalla convinzione che il momento della verità ci sarà e ha anche una data. Ciò sarebbe un vantaggio anche per gli sceneggiatori, i quali avrebbero un parametro che renderebbe loro più semplice programmare lo sviluppo degli episodi rimanenti. A riferirlo è stato Carlton Cuse, uno dei produttori di Lost, che avrebbe intenzione di chiudere la serie a quota 100 episodi quindi con una quarta o al massimo quinta serie, ricche di risposte definitive alle domande che si sono accumulate fin’ora. Non della stessa opinione sembra invece essere il presidente della ABC che vorrebbe portare Lost addirittura ad una settima o ottava serie a costo di trovare dei nuovi produttori. Secondo Cuse sarebbe molto difficile mantenere la serie su livelli alti per così tanto tempo (visti poi i cali di ascolto già nella terza serie) e la probabile perdita di share, serie per serie, non farebbe altro che far soccombere Lost nel peggiore dei modi. Aspettando che le parti riescano ad arrivare ad un accordo, è stata comunque confermata la quarta serie che dovrebbe essere messa in onda a partire dal gennaio 2008 senza interruzioni. Cosa succederà dopo la quarta serie? Forse sarebbe meglio stare a sentire il parere di chi una serie tv la crea e la scrive piuttosto che dare ascolto ai puri interessi economici. Che ne pensate? Esprimete la vostra opinione rispondendo a questo sondaggio.

{democracy:6}

Se volete lasciate anche qualche commento per motivare la vostra scelta.

In queste ultime settimane, in attesa del 7 febbraio, giorno in cui riprenderà la terza serie con la messa in onda del settimo episodio, la ABC sta mandando in onda, oltre ai consuenti Lost Moments, i Lost Returns, dei promo del settimo episodio in cui compaiono alcune immagini già presenti nel Lost Moments oltre a dettagli inediti. Vi propongo il Lost Returns #7 che secondo me è particolarmente interessante.

Alla prossima…

By Fox

5 risposte a “Serie TV & sondaggio: Lost verso la fine?”

  1. Mah! Troppi interrogativi finora (e non ho ancora “attaccato” la terza serie) per poter chiudere con la terza senza forzature. Mi piacerebbe almeno un’altra serie: era da tanto che non mi appassionavo così ad un telefilm! 😉

  2. Mah, volendo si può benissimo chiudere il tutto con la terza serie, vista soprattutto la piega che ha preso…
    Secondo me la stanno tirando un po’ troppo per i capelli, ecco perché gli ascolti si sono ridimensionati.

I commenti sono chiusi