Windows Vista – Un’altra prova sul campo

40449nf3.jpgA seguito della guida di Megalab e della prova sul campo di Rebeluca, vorrei riportare in questo post le mie impressioni dopo una settimana di utilizzo del nuovo sistema operativo Microsoft ormai commercializzato da un mese. La versione da me installata è la Business 32 bit gentilmente concessa in licenza dal Politecnico di Milano nell’ambito del programma MSDN AA. Il pc utilizzato (non proprio recente ma ormai con tre anni e mezzo di vita) è un Pentium IV, 3 GHz, scheda madre Intel, 1 Giga di RAM, scheda video ATI Radeon 9550 da 256 MB di RAM dedicata, scheda audio integrata, 1 hard disk EIDE da 80 Giga e un serial ata da 160 Giga.

  • Installazione Rispetto a Xp l’installazione è stata piuttosto rapida. Tra formattazione di Xp e installazione di Vista ci ho messo all’incirca 20 minuti. Il processo è completamente automatizzato, forse anche troppo nel senso che qualche dettaglio in più per capire cosa stesse facendo il pc non guastava di certo.
  • Primo avvio Una volta avviato Vista, sicuramente la prima cosa che salta all’occhio è il tanto osannato motore grafico Aero. A mio avviso sono fondamentalmente due gli aspetti più interessanti della nuova interfaccia. Prima di tutto l’effetto glass delle finestre, davvero molto bello, raffinato e rilassante. Poi sicuramente le nuove icone che rappresentano un forte salto di qualità rispetto al sistema precedente. Non guastano di certo le anteprime in tempo reale delle finestre ridotte a icone, gli effetti di fade in/out nella riduzione/ripristino delle finestre, e le due funzionalità per la gestione delle finestre aperte ovvero il rinnovato ALT+TAB e il FLIP 3D, davvero molto fluido anche con parecchie finestre aperte. A completare l’opera la sidebar in cui poter inserire alcuni gadget come un orologio, un lettore rss, un post-it o le previsioni meteo. Altri gadget si possono scaricare dal sito microsoft (per la verità non molto rifornito per ora) o su altri siti. Un’applicazione indubbiamente molto curata esteticamente (con un consumo di risorse di circa 10-15 mega) ma di utilità discutibile, diciamo che dipende un po’ dalle proprie esigenze. Complessivamente posso dire di essere soddisfatto dalla nuova interfaccia, bella senza troppi fronzoli ed eccessi.
  • Primo utilizzo Iniziamo ad utilizzare un po’ Vista. Il menu start sembra grosso modo simile a quello di XP a parte l’elenco dei programmi che non si espande come succedeva in XP ma viene mostrato a scorrimento in una colonna del menu stesso, scelta secondo me piuttosto infelice. Nonostante all’inizio sembri molto scomodo devo dire però che dopo qualche giorno di utilizzo ci si fa l’abitudine. Tra i programmi a corredo con sistema operativo troviamo il nuovo firewall, finalmente degno di essere chiamato così e che effettua il controllo sia sul traffico in ingresso che quello di uscita il tutto in modalità per nulla invasiva. Windows Defender invece offre una protezione antispyware in tempo reale. Per la navigazione e il controllo della posta ci sono il nuovo IE7 e Windows Mail che ha mandato in pensione Outlook: per entrambi le impressioni sono positive (nonostante non ne abbia fatto un grande utilizzo visto che sono abituato all’accoppiata FirefoxThunderbird che ho deciso di mantenere anche su Vista) in particolare per programma di posta elettronia che finalmente integra filtri anti-pishing e antispam. Tra le altre funzionalità del sistema operativo spiccano il nuovo Esplora Risorse (davvero ben fatto e che consente con grande semplicità e comodità di muoversi tra le cartelle del PC in maniera molto agevole) e sicuramente lo strumento Cerca che grazie all’indicizzazione di tutti i file (i primi giorni di utilizzo si sentono spesso i dischi che lavorano proprio per questo motivo) consente di cercare tra i file in maniera istantanea e senza le lunghe attese dei sistemi precedenti. Una nota di demerito devo invece esprimerla per l’User Account Control: si tratta di un sistema che ogniqualvolta l’utente cerca di eseguire delle modifiche importanti (come installare un nuovo software, un aggiornamento, lanciare un programma non del tutto compatibile oppure una qualunque azione potenzialmente dannosa per il sistema) ne chiede conferma richiedendo eventualmente anche la password di amministrazione. Questa funzionalità appare eccessivamente invasiva: sebbene si possa tranquillamente disabilitare, praticamente tutti sconsigliano di farlo dato che si tratta comunque di un importante strumento per la sicurezza del sistema.
  • Compatibilità con l’hardware Dopo aver giocato un po’ con Vista sono passato a installare le periferiche. Nonostante non siano nuovissime ma neanche reperti da museo, non ho avuto assolutamente nessun problema su questo fronte. Stampante laser Samsung, scanner Epson, tastiera e mouse wireless Microsoft, webcam Logitech (nonostante fosse data non supportata sul sito del produttore), scheda TV DTT Hauppauge, scheda video ATI, scheda audio tutti perfettamente funzionanti con i driver già presenti nel sistema operativo. A parte la webcam e la scheda audio integrata comunque sui vari siti costruttori erano già disponibili gli appositi driver per Vista.
  • Compatibilità con il software A livello di software ho incontrato solo un paio di problemi. Innanzitutto il software di gestione della scheda TV che non è del tutto compatibile con Vista e ogni tanto si impalla. La scheda andrebbe utilizzata con Vista Media Center che però non è incluso nella versione Business: è comunque in sviluppo la nuova versione del software Hauppauge pertanto aspetterò o migrerò verso altri software di terze parti già compatibili (come DVBViewer 3.6). L’altro problema riguarda Zipgenius, ottimo software italiano per la gestione e creazione di file compressi che ho scoperto essere per nulla compatibile e anzi causa di frequenti crash di Esplora Risorse (probabilmente crea alcuni conflitti con l’indicizzazione dei file compressi). Non avendo trovato altri software free adeguati per il momento ho risolto optando per Winrar 3.7 beta 3. Confermo il perfetto funzionamento della Rocketdock 1.3, oggetto di un altro mio articolo, e per gli altri software vi suggerisco questo sito dove trovate una lista in aggiornamento dei programmi compatibili con Vista.
  • Prestazioni Spendiamo due parole riguardo alle prestazioni di Vista. Con 1 giga di RAM il sistema funziona perfettamente (a differenza degli scenari apocalittici visti su molte presunte recensioni di Vista che profetizzavano un uso di 800-900 MB di RAM per il solo avvio del s.o.) e non noto alcun tipo di rallentamento rispetto a XP anche utilizzando software un po’ dispendiosi di risorse come elaborazione video. All’avvio il consumo di RAM si attesta sui 400-450 considerando anche monitor della posta, FreePops, antivirus, dock e sidebar. Grosso modo una richiesta di risorse superiore di circa 100 mega rispetto allo stesso sistema con XP. Verrebbe da chiedersi il motivo di questo surplus di risorse richieste. A questo proposito occorre fare due precisazioni. La prima riguarda il nuovo motore grafico. In Aero le operazioni di rendering degli elementi grafici poggiano sulla scheda video e non sulla cpu (questo spiega l’elevata fluidità con cui viene gestito ad esempio il FLIP 3D) quindi tutti gli abbellimenti grafici di Vista (a differenza di quanto accadrebbe installandoli tramite altri software esterni) non rallentano il pc proprio perché non è richiesto alcun carico al processore che può dedicarsi all’esecuzione di altre operazioni e applicazioni più utili. Questo è un grosso vantaggio anche se richiede ovviamente la presenza di una scheda video adeguata, in generale non più vecchia di 2-3 anni. Peraltro c’è da osservare che quello che chiamiamo Aero è solo una delle 4 interfacce grafiche disponibili che è possibile attivare a scalare a seconda del supporto hardware disponibile. Vista inoltre utilizza un nuovo gestore della memoria denominato Windows Superfetch che precarica in RAM le applicazioni utilizzate più di frequente sfruttando un algoritmo ottimizzato sull’uso e la frequenza con la quale i file o i programmi vengono aperti, e su come, caricando un programma ne venga aperto successivamente un’altro in conseguenza di quello. Il sistema è in grado di rilevare le applicazioni più utilizzate nell’arco della settimana e carica di conseguenza automaticamente i file necessari: risultato le applicazioni più frequenti vengono caricate molto più velocemente anche se il prezzo da pagare è la necessità di avere più RAM. Grossi vantaggi si osservano anche nella elevata rapidità con cui il sistema riprende le applicazioni dopo che è stato messo in pausa. Non ho avuto modo invece di testare l’altra tecnologia connessa al Superfetch ovvero il Readyboost che consente praticamente di utilizzare le memorie USB (anche se non tutte) come se fossero una cache di sistema riducendo gli accessi al disco fisso (di cui le memorie USB sono sensibilmente più veloci) e velocizzando di conseguenza il sistema. In rete i pareri a riguardo sono piuttosto discordanti anche se pare che i miglioramenti siano maggiormente percepibili su pc meno performanti in termini di RAM. Quindi in definitiva possiamo concludere che indubbiamente Vista richiede maggiore risorse rispetto a XP ( a spannoni XP su 256/512 MB corrisponde a Vista su 512/1024 MB) ma queste risorse non sono in un certo senso sprecate ma utilizzate in maniera efficiente per migliorare le prestazioni dell’intero sistema.

Per quel che ho potuto constatare dopo una settimana di utilizzo di Vista posso dire che è un sistema indubbiamente valido, il migliore fin’ora prodotto da Microsoft anche se probabilmente mai spenderei i soldi che costa per fare un’upgrade da XP. Resta ora da vedere come si comporterà il sistema sul lungo periodo.
By Fox

8 risposte a “Windows Vista – Un’altra prova sul campo”

  1. L’MSDN AA è un contratto speciale riservato ai dipartimenti delle Università ad indirizzo Scientifico, Tecnologico, Ingegneristico e Matematico che consente ai docenti e agli studenti di scaricare gratuitamente una serie di software Microsoft con tanto di licenza…La V facoltà del Politecnico di Milano vi aderisce ormai da diversi anni e grazie a questo ho potuto scaricare una licenza per Vista Business (e precedentemente per XP Professional ) 😛

  2. credo che sia riservato a facoltà diciamo + ‘tecnologiche’, cmq in ogni caso spetta all’università aderirvi o meno (anche perchè è una convenzione non beneficenza da parte di Microsoft 🙂 )

  3. uso OSX tutti i giorni.. e al leggere la recensione sembra che tu stia parlando proprio di lui..
    a partire dalla grafica, alla ricerca dei files nelle cartelle, dalla richiesta di autorizzazione per ogni installazione..
    se davvero fosse così non sarebbe un male 🙂 peccato il prezzo!… anzi, i prezzi!

  4. @_marco

    ho visto mac e, ho visto vista… stavolta Microsoft ha davvero preso molto dalla mela.
    Manca solo l’ottimizzazione adesso :), 500 MB di ram mi sembrano tantini…

I commenti sono chiusi