Compiz Screenlets Edgy & Feisty

Aggiornamento 8/04/007 Aggiunti repository per feisty (testati)

Finalmente sono riuscito a far Funzionare le Screenlets per Compiz.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta:
Il progetto è nato come una riscrittura in python della cairo clock di MacSlow, vista poi la bontà del codice lo sviluppatore ha deciso di proseguire l’iter intrapreso e con risultati decisamente sorprendenti.

Precisamente cosa sono?
Per chi conosce OSX sono equivalenti alle Widgets per la DashBoard, qualcosa del genere insomma:

widgets2.jpg

Calendari, calcoltarici, notes… Applicazioni che abbelliscono e popolano il vostro Desktop.

Prima di iniziare vi avviso che e’ necessario avere Compiz o Beryl funzionanti, per chi non ha questo requisito…Lasciate ogni speranza 🙂
Aggiungente questi repository se avete Edgy

deb http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu edgy screenlets

o questi se avete Feisty:

deb http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu feisty all
deb-src http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu feisty all

Autenticateli:

wget http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu/F854AFD7.gpg -O- | sudo apt-key add – && sudo apt-get update

e installate:

apt-get install screenlets

Fatto questo non rimane che far partire il demone:

screenletsd start

Attenzione: Vi faccio notare che il demone NON deve essere fatto partire come root.

Semplicemente non vi resta che far partire la tray icon (consigliato) :

screenlets-tray

oppure a mano da terminale:

screenletsd add NomeScreenlet

Ecco come si presenta il mio desktop dopo la trasformazione:

schermata.png

Giudizio

PRO:
Decisamente belle a vedersi , alcune molto funzionali e ASSOLUTAMENTE non pesanti in termini di RAM.
Il lavoro procede a ritmi molto elevati , esiste un forum apposito a riguardo dove troverete tutto il necessario.Sebbene molte persone vedano questi abbellimenti come qualcosa di superfluo IO li reputo oltre che belli utili. Un buon Desktop deve essere anche piacevole da usare e alcuni di questi effetti 3D sono a mio parere un elemento fondamentale per il futuro di linux.

A pensarla così d’altra parte è anche Mark Schuttleworth nel suo articolo riguardante gli effetti 3D in feisty:

..I and others do believe that 3D is an essential part of the modern desktop experience. It is difficult to buy a PC or laptop that does not include such hardware, and in terms of transistor count it’s almost as much as your CPU these days

CONTRO:
Ad ora un reale “contro” non esiste… se li vedete non essenziali, beh non usateli 🙂

Il procedimento sopra descritto è valido per Compiz , per gli utenti Beryl seguite questo “How to” di Aldolat:

http://www.aldolat.it/?p=175

Stay Tuned

schermata.png

34 risposte a “Compiz Screenlets Edgy & Feisty”

  1. a me le screenlets (o widget? o gadget? miii che fantasia 😀 ) piacciono parecchio… Basta non esagerare.. se occupano il 70% del desktop sono un attimino invadenti 😀

    Appena proverò compiz e beryl e sceglierò quale tenere installerò anche le screenlets

  2. Bene, bene, questi oggettini sono proprio fighi.
    Volendo fare un bel riassuntino della situazione non posso fare altro che constatare quanto noi pinguini siamo fortunati rispetto a tutti gli altri:
    Abbiamo il meglio di tutto: effetti 3D a go-go (Compiz/Beryl), Screenlets stile Mac, AWN stile mac, Deskbar applet che fa di tutto e di più, Tracker che è un fulmine nel farci ritrovare tutti i nostri documenti, senza scordare il sistema a tag legato a Tracker che sta prendendo piede.
    Tutte caratteristiche originali o che troviamo sparse in altre piattaforme e nel pinguino sono riunite.
    Insomma perché accontentarsi con Mac o Windows Vista, quando con il pinguino la vista è imprendibile?

  3. Non posso che essere d’accordo.
    L’Unica cosa che veramente manca al pinguino sono le suite professionali ( Photoshop ad esempio)
    Se dovessero implementarle sono sicuro che molta gente non sarebbe più frenata nel passaggio a questo OS.

    PS
    Aggiungo che tracker è davvero un fulmine!

  4. giocattolo mi pare un termine un po’ azzardato…
    Ricordiamoci che Linux come ambiente Desktop è molto molto giovane.

  5. sì però se tutto quello che viene in mente riguardo linux è questo, allora la mia affermazione è corretta. Mi riferisco al fatto che ormai tutti i discorsi che sento, sono finalizzati al miglioramento del look di linux e non alle sue capacità operative!

  6. Io non ho quest’impressione.
    Senza contare che Linux in sè non esiste. Ci sono centinaia di distro tra cui scegliere, ognuna con un certo obiettivo (e se le conti, quelle “grafiche” sono veramente una minoranza).
    Ci sono migliaia (milioni?) di sviluppatori open-source che danno il meglio di sé stessi per la comunità linux, per produrre applicativi sempre più completi ed interessanti.
    Qualcuno si dedica all’aspetto grafico, ma non mi sembra che sia una parte preponderante.
    Per lo meno niente in confronto a Vista o MacOS! Lì sì che si parla solo di aspetto e poco di funzionalità!

  7. credo che sia proprio il contrario, linux esiste perché linux è il suo kernel…giusto informatici del blog?
    poi credo che l’andazzo generale sia proprio quello che certi utenti anche di linux stanno sperimentando: la corsa al desktop più bello, cosa che spinge molti utenti a shiftare da win e mac (anche se nettamente in numero inferiore!) a linux…non tanto per il software gratuito, poiché in realtà non ne usano di specifico, ma perché in linux ci sono le icone png ed è completamente smontabile e rimontabile, sono un po’ come quelli che taroccano le auto!
    son d’accordo con te per tutto il discorso degli sviluppatori, l’ho scritto anche in un post di pollycoke riguardo lightzone che ho seguito!
    http://pollycoke.wordpress.com/2007/02/14/lightzone-gratis-solo-per-linux-un-esempio-da-seguire/

  8. @Freedreamer: è da quel dì che grandi innovazioni da un punto di vista funzionale non vengono apportate né da Win né da MacOS. Mi viene il dubbio che i nuovi sistemi operativi vengano fatti uscire solo per costringere la gente a cambiare hardware. 🙂

    @drmauro: sì esiste il kerne, ma non esiste linux in sé. Non c’è nessun linux “ufficiale”. Non so come spiegare… Esisono le distro, ma non c’è un “Linux”, come invece c’è uno e un solo MacOS e un solo Vista. Dire “ho installato linux” non vuole dire granché, ti pare?
    Poi sinceramente non mi sembra che ci sia tutto ‘sto shiftare da Win/Mac a linux, purtroppo… e chi lo fa dubito lo faccia perché le icone sono in PNG!

  9. Dalle Screenlets ad una “guerra santa” di SO… come ci siete arrivati?

    L’affermazione di drMauro è un po’ imprecisa… *alcune* distro GNU/Linux puntano alla grafica per attirare.. si vestono da giocattolo ma sono tutt’altro che giocattolo. Tant’è che di base hanno comunque il cuore che tiene su tantissime architetture server affidabilissime.

    Ma, ripeto, non si parlava di screenlets? 😀

  10. quando cerco di autenticare i repo mi dice

    HTTP richiesta inviata, aspetto la risposta… 404 Not Found
    11:36:40 ERRORE 404: Not Found.

    gpg: non sono stati trovati dati OpenPGP validi.

  11. Installati, molto carini!
    Ma c’è un modo per “ancorarli” al desktop? in modo che non si spostino per sbaglio??

  12. mmm, mi sa che sta volta hai sbagliato, credo che sia LOCK POSITION e non STICK ON DESKTOP, che non capisco cosa faccia…!!!
    ehehe vabbe, capita anche ai migliori…!:) Ciao

  13. @drMauro

    Se senti solamente discorsi riguardo al miglioramento del look di linux e’ probabilmente perche’ leggi e ti informi solo in determinati posti che focalizzano le loro attenzioni su quel tipo di argomento, se seguissi la mlist del kernel o apache o di qualche filesystem ti accorgeresti presto che le attenzioni sono rivolte anche e soprattutto verso altri argomenti. Comunque quella dell’ aspetto grafico del look & feel e’ una cosa che con l’ arrivo di compiz ha dato molta visibilita’ a linux ed e’ uno degli aspetti dove era molto carente rispetto ai concorrenti ed e’ giusto che se ne parli, basta sapere che linux funziona perfettamente anche senza le fantastiche icone png 🙂

    Ciao free, ciao a tutti

I commenti sono chiusi