Apple Safari on Windows

SafariQuesto post lo sto scrivendo con Safari, il browser di Mac. Dove sta lo strano?!?! Semplice, sono con Windows Vista!!!Probabilemente molti di voi sanno che da qualche settimana è uscita la beta pubblica di Safari, non solo per Mac, ma anche (una novità per la casa della mela) per piattaforma Windows.
Ho aspettato a fare un post, dato che la prima versione, la 3.0.0 era uno schifo: la maggior parte dei siti non era visitabile in quanto il layout era completamente stravolto (in certi casi pure parti del sito Apple stesso erano errate), si bloccava in continuo, insomma era un aborto….
L’attuale versione, la 3.0.2 (la terza in poche settimane!) ha fatto un enorme salto di qualità: QUASI tutti i siti che ho visitato sono visualizzati correttamente (e quelli che presentano incongruenze non hanno errori così grossi da pregiudicare la navigazione).

Vi chiederete: come mai la Apple si è lanciata nello sviluppo di un prodotto dal futuro incerto in un mercato dove la fa da padrone Internet Explorer, tallonato da Firefox, nel quale tutti gli altri browser conquistano solo una nicchia? Si vocifera che la ragione sia correlata direttamente con IPhone, in quanto la gestione del nuovo dispositivo di apple, sembra che avverrà tramite, appunto, Safari.

Nel complesso, comunque, a parte l’indubbia immaturità e giovinezza del prodotto, devo dire che l’impressione è molto buona: navigazione rapida e veloce, interfaccia semplice ma intuitiva (anche se, a onor del vero, il tema Brushed poco si sposa con Windows).
Se lo sviluppo continua su questi livelli sono sicuro che conquisterà molti utenti.Il download è disponibile, ovviamente for free, direttamente sul sito Apple, anche se, per il momento, solo in lingua Inglese

3 risposte a “Apple Safari on Windows”

  1. Questa è una cosa che non sopporto di Apple: ti costringe a installare dei loro software, anche quando ne faresti a meno.
    Una delle cose che sopportavo di meno dell’iPod (e ce n’erano tante, poi l’ho venduto e ora sono un bimbo felice) era proprio l’odiosa sudditanza nei confronti di iTunes.
    Se è necessario installare un browser a dir poco acerbo (almeno per quanto riguarda la versione win) solo per usare l’iPhone, direi che questo va tra i top “contro” dell’iPhone stesso.

  2. mica scemi alla apple, hanno buttato fuori una beta per farsi trovare gli errori dalla comunità in pochi giorni ben sapendo che i loro ingegneri ci avrebbero messo più tempo :)…

  3. E’ una strategia ormai consolidata in tutti i campi della programmazione… Ormai la adotta anche Microsoft, da sempre restia a queste politiche!

I commenti sono chiusi