Mission Impossible: vedere i video su Rai.tv con Ubuntu

Il sito dellla RAI è per me da due anni a questa parte un amico inseparabile durante il Giro d'Italia dal momento che vivo all'estero e sono un appassionato di ciclismo. Ovviamente da un servizio pubblico ci si aspetta di poter usufruire  dei suoi contenuti anche onine in maniera semplice, imparziale e gratuita. Ok, ok forse desidero troppo mi basterebbe riuscire a vederlo! Purtroppo da quando Rai.tv si è rinnovato tra le varie "migliorie" apportate hanno ben pensato di rendere i contenuti inaccessibili, di fatto, ai "pochi" utenti di Mozilla Firefox visto che lo sviluppo di un plugin ActiveX per Firefox è fermo da circa due anni e che è disponibile solo per la versione 1.5 (tralasciamo il fatto che è una tecnologia morta).

Provare per credere: vi basta andare sul sito Multimedia della RAI e provare a guardare uno qualsiasi dei contenuti …il risultato sarà desolante.

Il nuovo portale Rai.tv: inaccessibile o quasi per gli utenti linux

All'estero abbiamo moltissimi esempi di tv di stato che offrono un incredibile miniera di programmi e un archivio sterminato. Prendo la BBC che ben conosco e noto che oltre a potre vedere la maggior parte dei programmi e ascoltare la radio permette ai propi utenti di decidere almeno tra due formati che non saranno aperti ma almeno uno sceglie e si riesce a vedere qualcosa. La RAI però va oltre e conferma il miope comportamento del nostro paese nei confronti dell'open source come segnalato più volte da Simone sul suo sito (segnalo il suo sito perchè condivido la sua posizione è quella che più condivido e quella meglio argomentata ).Per fortuna per ogni problema la nostra bella comunità cerca e trova una soluzione. Io a questo punto non posso che publicizzare questa fantastica guida di Timothy Redaelli e quella, complementare, del preciso Aldolat, in un suo interessante post su  Stallman e il trattamento riservatogli dalla RAI. In questi momenti uno comprende il significato di Ubuntu, di comunità, di…open source!

Io personalmente mi son fatto un bookmarklet in Epiphany con questo indirizzo:

http://utenti.gufi.org/~drizzt/codes/misc/raitv.php?url=%s &video=1

Bookmarklet in Epiphany per Video RAI

In questo piccolo video vedete il risultato, non è il massimo ma funziona.

Purtroppo, nonostante le rischieste da più parti e alcune iniziative e proposte interessanti, come quella di Treviño la situazione invece di migliorare peggiora come ben osservato in Ispirazioni Informatiche. Quindi se fino ad un mese fa si riuscivano a vedere i contenuti di Rai.tv anche con Linux ora è di fatti diventato impossibile senza ricorrere ai trucchetti appena segnalati.

Mi rimangono alcune domane: Fugo subito alcune domande che possono sorgere:

1) Con mac si riesce a vedere? (non penso proprio, ma appena ritorna la mia girl provo)

No, serve Internet Explorer per vederlo. 

2) Il plugin di vlc risolve il problema? (non penso perchè il problema è legato ad ActiveX)

No,  perchè il problema è legato ad ActiveX e non al plugin video

Mi rimane ancora una domanda: c'è qualche tv pubblica europea che mette a disposizione i suoi contenuti in formato OGG?

E per finire non ci rimane che cantare tutti assieme Viva la RAI di Renato Zero

UPDATE

Ho notato che ha scritto di questo argomento anche Pollycoke giusto oggi  mi è sembrato pertanto opportuno segnalarlo. Inoltre, tra i commenti del post in questione trovate questo ce ne è uno particolarmente interessante che segnala questa iniziativa di protesta attiva .

8 risposte a “Mission Impossible: vedere i video su Rai.tv con Ubuntu”

  1. domanda nr. 3

    per esempio la televisione pubblica della svizzera italiana RTSI allo stato attuale pubblica tutto in formato Real e quello che si può scaricare è in mp3. Saranno formati proprietari, ma almeno il pinguino li digerisce.

    ciao

  2. @Nicola
    Sì, questo è abbastanza normale. Quasi tutte le tv europee (almeno io ho guardato quelle delle lingue che conosco) mettono a disposizione i contenuti audio in mp3 e video in Real, Windows o Quick (solitamente almeno 2 opzioni). Avevo la curiosità di sapere se c’è qualche tv che mette online i contenuti in Ogg o qualche altro formato aperto.

I commenti sono chiusi