Addio Itunes: welcome floola [ipod nano 3G]

ipod-nano.jpg

C’è da ammeterlo, il nuovo ipod nano 3g è davvero un gioiellino: grafica accativante, possibilità di visionare video, alta qualità nell’ascolto della musica… A tutto questo si affianca però una pessima gestione per l’inserimento dei file dovuta essenzialmente ad Itunes (IMHO).

Per fortuna il progetto floola con la nuova versione 2.1.1 ha inserito il supporto alla nuova generazione di ipod e da oggi dico addio ad Itunes in modo definitivo: perchè? ve lo spiego subito.

Ecco 10 motivi per i quali “dovreste” passare ad utilizzare floola:

  1. Floola è multipiattaforma , il che non guasta: esiste una versione per windows, Mac e linux (gtk).
  2. Floola è un programma standAlone: questo significa che verrà fatto partire direttamente da ipod ( dovete abilitare l’uso come Periferica esterna da itunes). Avrete quindi la possibilità di andare da amici (o su altri Pc) e gestire le vostre librerie in totale tranquillità.
  3. Floola è leggero e permette l’ascolto delle vostre canzoni su ipod dalla sua interfaccia.
  4. Floola permette di trascinare in modo semplice e veloce le canzoni o cartelle nella vostra libreria.
  5. Floola inoltre gestisce e scarica sul vostro pod video da youtube con estrema semplicità.
  6. E’ possibile usufruire del servizio LastFm.
  7. E’ gratuito.
  8. E’ in grado di importare i testi delle vostre canzoni e le vostre copertine
  9. Riesce a gestire le note del vostro ipod.
  10. Floola riesce a cercare files duplicati….

Questi sono solo 10 motivi ma in realtà potrei continuare..insomma con floola ho trovato un sistema davvero utile e veloce per gestire il mio “Eppolo” (l’ottavo nano.. 🙂 ).

floola.JPG

Da provare.

Sito : http://www.floola.com
Costo: gratuito

16 risposte a “Addio Itunes: welcome floola [ipod nano 3G]”

  1. Vedi che alla fine mi dai ragione? L’iPod così come esce dalla fabbrica è scomodo.
    Bello finché volete, per carità. Ma per poterlo usare in modo decente, devi stravolgerlo.

  2. Mah, le ultime generazioni non le ho provate, ma fino alla quarta ho avuto esperienze dirette, e sinceramente non ritengo che fossero lettori di qualità superiore rispetto ad altri.

    Il mio iPod leggeva solo AAC e MP3, aveva il limitatore del volume, non aveva la riproduzione gapless, aveva un equalizzatore ridicolo e una qualità audio media (per non parlare dell’obbligo di iTunes), e si rigava soltanto a guardarlo, mentre altri produttori (che non cito, per non sembrare un fanboy, che non sono affatto) commercializzavano lettori che supportavano anche OGG, MPC, FLAC e altri formati, riproducevano brani senza pausa tra uno e l’altro, fornivano la docking station e la custodia in regalo, e avevano qualità audio decisamente superiore e un equalizzatore come si deve. E ovviamente costavano pure meno… 😉

    Io non ce l’ho con l’iPod in sé, ma mi meraviglio ogniqualvolta un suo possessore nega l’evidenza, ossia che è un prodotto di qualità discreta, reso “mitico” soltanto da un imponente marketing e da un design sicuramente accattivante.

  3. non ho esperianza con altre generazioni ..ma questo nano che supporta i video devo ammettere che è davvero carino. Anche l’involucro sembra più resistente… almeno così ho letto in giro.

  4. La precedente generazione di ipod nano non mi è mai piaciuta, sia l’estetica esteriore che i menu li ho sempre trovati piuttosto bruttini (ci sono marche molto meno blasonate e decisamente migliori sia come qualità che design, ma si sa, la moda…). L’ultima versione invece, da quel che ho potuto vedere da Eppolo (gentilmente concesso in esplorazione da free per 5 minuti), è decisamente una spanna sopra il precedente anche in rapporto all’abbassamento del prezzo…

  5. Io sono un iPoddiano pentito. Confesso di aver comprato l’iPod perché era *IL* lettore mp3 per antonomasia, ma dopo qualche giorno di utilizzo ne ero veramente deluso (nonché pentito dell’acquisto). Per fortuna l’avevo comprato negli USA, pagandolo molto meno che qui, e anche con la svalutazione data dal fatto che era usato, sono riuscito a rivenderlo senza perderci quasi nulla.
    Notare che prima di rivenderlo ho tentato in tutti i modi di farmelo piacere, provando Rockbox che lo rendeva molto più simile alla mia idea di riproduttore MP3, ma la batteria con Rockbox durava due ore…
    Ad ogni modo, felice di sapere che le cose stiano migliorando, almeno per i nano. Tuttavia l’introduzione degli iPod Touch da 8Gb a 299 Euro mi sembra un passo indietro sotto punto il vista della concorrenzialità dei prezzi…

  6. Ottimo Floola, lo utilizzo spesso anch’io con il Classic, soprattutto per importare facilmente video da youtube.
    Però iTunes non mi dispiace alla fine. E’ vero che è un po’ restrittivo con i formati, ma tiene ben organizzata tutta la musica.

  7. io ho avuto 2 ipod nella mia vita, stessa generazione e stesso colore (era così bello il primo che me lo hanno fatto sparire in aereo…) e devo dire una cosa: il primo (acquistato in italia) era veramente deludente come qualità audio (buona per carità ma pensavo di più) ma quando ho preso il secondo (distanza di un’anno e mezzo all’apple store sulla fifth street un mese prima della nuova generazione 🙁 ) ho notato differenze abbastanza grosse: 1. era cambiato il part number(me lo ha detto apple quando ho tentato di spostare l’apple care) 2.l’audio era 30 gradini più in alto di prima. E’ vero iTunes ogni tanto è un pò scomodo… ma sinceramente non ho mai avuto bisogno di far andare un ogg sull’ipod e se anche dovessi iTunes melo converte in apple loseless ossia nel formato equivalente… Poi io lo trovo veramente comodo, scarico un file ci clicco sopra due volte, melo carica, mi trova le copertine e melo mette sull’ipod… la cartella musica è organizzata in maniera decente, è carino e integrato nel sistema (e su un mac vuol dire tanto…). Poi (tornando al discorso ipod) se hai il volume limitato (ma è un problema solo di quelli europei) basta usare un programmino stupido e veloce come go pod e sei libero…

  8. Scusate, ma mi sembra che tutti quanti alla fin fine siate d’accordo sul fatto che iTunes faccia abbastanza schifo. Ok lo addolcite con un “ogni tanto” qui e là, ma il succo è questo: iTunes è un programma enorme e pesantissimo, il cui vero scopo non è quello di organizzarvi la musica, bensì quello di vendervela…

    Poi come si possa dire che iTunes tiene bene organizzata la musica è per me un mistero (almeno Lore si limita a un “decente” 🙂 ): il database dell’iPod è qualcosa di ridicolo, organizzato in modo altrettanto ridicolo. Se vi si sminchia qualcosa, non leggete più nemmeno UN file di musica (e ve lo dico per esperienza).

    Il sistema database-oriented è una complicazione inutile, che serve a Apple per tenere agganciata la maggior parte degli utenti ad iTunes (perché i più smaliziati, appunto, cercano soluzioni altenative).

    Poi lo so anch’io che c’è gopod per togliere il limite al volume, ma perché uno deve comprarsi un iPod ed impazzire tra iTunes, gopod, Yamipod, database vari e compagnia bella, quando con altri lettori basta tirarli fuori dalla scatola e fare copia-incolla delle cartelle senza tanti problemi?

    Ok, non ve ne frega niente degli OGG (vergognatevi, perlomeno quelli di voi che usate software Open-Source 😉 ), ma almeno la qualità audio vi interessa? Ci sono lettori che costano meno e “suonano” molto meglio.

    Dai, su, forza, mettete l’orgoglio nello sgabuzzino per una volta, e confessatelo che l’iPod l’avete preso solo perché “è bello e fa figo”! Forza! Dai! 🙂 🙂 🙂

  9. Concordo con sciamano per quanto riguarda l’indubbia sovrastima che spesso viene fatto dell’ipod. Per quanto mi riguarda ne possego uno, il 30 giga Video 5G. Esteticamente nulla da dire, l’ipod rimane assolutamente fra i migliori, bello lo schermo e molto più luminoso di altri, comodissima l’interfaccia e la click wheel, ma dal punto di vista audio è spesso sopravvalutato. Il problema è anche che in Italia ve lo vendono come IL lettore mp3 per eccellenza come se non ci fossero paragoni con gli altri. Piccolo problema è che in Italia è veramente difficile trovare lettori come i Cowon (iAudio), di cui leggendo recensioni in giro dal punto di vista audio non c’è confronto, oltre al fatto che legge anche OGG ed è utilizzabile con qualsiasi sistema operativo, e iRiver anche questi di indubbia qualità.
    Le cuffie dell’ipod fanno abbastanza pena e vale la pena comprarne altre il prima possibile.

    Detto questo io ho installato Rockbox sul mio iPod e adesso me lo godo molto di più. Posso metterci su la musica che voglio come se fosse una semplice chiavetta usb e quindi anche ricopiarmela su altri pc senza dover usare software particolari. Possedendo poi molti OGG ho sempre detestato essere costretto dalla Apple al solo utilizzo di MP3 e ACC.

    Non sono un grande amante dei sofware per gestire questi dispositivi che da un lato sembrano fighi e comodi, ma appena vai da un tuo amico e ti accorgi che devi installare iTunes o altri programmi apposta sul suo PC per ascoltare la musica dal tuo ipod/o_altro_lettore_utilizzabile_solo_con_un_tal_programma mi viene un po’ di depressione.

    @sciamano
    adesso con rockbox la gestione della batteria è molto migliorata anche se ancora non è ai livelli del firmware apple 🙂

  10. @bato: felice di sapere che Rockbox ha fatto passi in avanti sotto quest’aspetto. E’ un bellissimo software e quando sarà in versione finale/definitiva spero abbia molto successo. Io purtroppo non ho avuto la pazienza di aspettare: calcola che ormai è più di un anno che ho venduto il mio iPod 4G da 20Gb, e che con la cifra che ho ricavato ho comprato (visto che ormai li hai citati…) ben due iAudio M3 (uno da 20 e uno da 40Gb)…
    La qualità audio non ha paragoni, persino un mio amico molto Apple-fanboy l’ha dovuto ammettere. Certo non ha la clickwheel, ma il display sul “remote control” è di una comodità inaudita.
    E’ vero, si fa fatica a trovare questi prodotti sul mercato italiano, ma perché è un mercato ottuso, dove praticamente vige il monopolio Apple e i produttori “alternativi” non hanno vita facile.
    Senza contare che qui (tattica suicida di iAudio Italia) i prezzi non sono molto competitivi, per cui sfondare diventa ancora più difficile.

  11. bè la limitazione in europa è data dalla legge… pure sony limita i suoi lettori mp3… il sistema db oriented evita di dover controllare tutte le volte che si avvia il lettore tutta la memoria per sapere quali mp3 ci sono… (ricordati che i classic usano un hd normale…

  12. concordo con bato che le cuffie fanno un po’ pena..se però vuoi prenderne altre apple costano 30 euro, un prezzo un po’ altino.
    conviene non prenderle della mela 😉

  13. @Lore: lo so che la limitazione sul volume è dettata dall’UE, infatti questo è l’ultimo dei difetti che attribuisco all’iPod, proprio perché non è colpa di Apple. Cmq il mio era USA, non aveva la limitazione. 😉

    Il sistema db è una vaccata, e non c’entra una mazza l’avere un hd… anche i miei iAudio hanno l’HD e mica devono ricrearsi database o rileggersi chissà che cosa. Leggono semplicemente la TOC come fa un normale HD… Il tuo PC mica si comporta diversamente, e non mi pare che debba usare iTunes per trasferirci su dei files! 😉

I commenti sono chiusi