DeskSpace 1.5.2, (video) prova sul campo

deskspace_graphic_logo_1.jpgTorniamo a parlare di desktop 3D per sistemi Windows. Come saprete il pioniere in questo campo è stato certamente Yod’m 3D che nasce come progetto free per poi essere acquistato dalla Otaku Software che ne ha portato avanti lo sviluppo trasformandolo in un software a pagamento, DeskSpace che dopo una prima fase di beta è stato finalmente rilasciato in versione stabile. In questo articolo vorrei presentarvi una breve recensione dell’attuale versione 1.5.2, in un prossimo articolo vi presenterò invece una valido software alternativo.

Il programma può essere scaricato da questo sito: viene concesso un periodo di prova (con piene funzionalità) di 30 giorni, dopodichè sarà necessario acquistarne una licenza (19.95 $ per la singola licenza). Sia questo software che il diretto concorrente verranno testati su Vista anche se DeskSpace è comunque funzionante anche su Windows Xp.

Procediamo con l’installazione e il primo avvio del programma: cliccando sull’icona del programma presente nel system tray è possibile accedere alle opzioni. Nella finestra Activation possiamo innanzitutto customizzare la combinazione dei tasti (per la verità piuttosto ridotti) che permette di attivare il cubo oltre ad una serie di opzioni tra cui la possibilità di autoruotare il cubo quando i bordi di una finestra fuoriescono dal desktop, o eseguire DeskSpace all’avvio di Windows. Nella finestra Mouse invece possiamo scegliere di rendere uno o più angoli del desktop attivi, ovvero posizionandoci sopra con il cursore del mouse, dopo un certo ritardo il cubo si attiverà in automatico; è inoltre possibile comandare la rotazione del cubo utilizzando la rotella centrale del mouse. La finestra Zoom ci consente invece di variare i parametri di zoom del cubo oltre che la sua velocità di rotazione mentre nella finestra Display abbiamo la possibilità di cambiare la modalità di visualizzazione (livello di qualità del cubo, grado di trasparenza e di riflessione delle facce, formato – qualità e immagine di sfondo del cubo). La finestra Desktop consente di definire delle scorciatoie per lo switch verso un qualsiasi desktop e infine la finestra Language consente di cambiare la lingua (purtroppo per ora solo disponibile l’inglese).

Ecco qui sotto un piccolo video dimostrativo del cubo in azione sul mio pc.

Le prima impressione non può che essere positiva. I miglioramenti rispetto all’ultima versione di Yod’m 3D sono davvero notevoli, innanzitutto i desktop disponibili ora sono 6 e non più 4 ed è possibile ruotare il cubo in tutte le direzioni (e non più solo in orizzontale) con notevole fluidità, l’impatto visivo è davvero molto gradevole. Gli aspetti che invece mi hanno poco convinto sono fondamentalmente due. Innanzitutto l’attivazione del cubo tramite l’utilizzo degli angoli sensibili del desktop, inspiegabilmente sono più le volte che non funziona che quelle che va. Stesso discorso per l’autorotazione del cubo quando una finestra fuoriesce dal desktop, in questo caso molto meglio selezionare la finestra da spostare tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse sopra, attivando poi il cubo e spostandosi tra i desktop la finestra verrà trascinata. Purtroppo il trascinamento non funziona del tutto con alcuni tipi di finestre e talvolta compaiono sui desktop delle repliche della finestra trascinata, entrambi questi bug sono riconosciuti dalla stessa casa produttrice del software che vi sta lavorando per sistemarli. Oltre a questi due aspetti sicuramente da sistemare, un ulteriore possibile miglioramente potrebbe essere la preview in tempo reale delle finestre quando il cubo è attivo (forse troppo dispendioso in termini di risorse). Ultima nota dolente il consumo di risorse che si attesta sui 28 mega di Ram, non proprio ridottissimo.

By Fox

4 risposte a “DeskSpace 1.5.2, (video) prova sul campo”

  1. io ho questo programma ma gli sfondi panoramici che mi mette sono tutti sfuocati!! come faccio? ci sono dei siti dove trovarne altri? ad esempio il tuo dove lo hai preso? ciao rispndetemi presto

I commenti sono chiusi