Photoshop per Linux

*EDIT* Dalla versione 0.9.54 Wine supporta photoshop CS e CS2, qui la pagina di riferimento:

http://wiki.winehq.org/AdobePhotoshop 

*EDIT*: Attenzione! Ho trovato nel tutorial una possibile fonte di problemi che potrebbero non aver fatto andare a buon fine l’installazione di Photoshop a coloro che l’avessero seguito! Rileggete il punto dove ho inserito l'”*EDIT*“.

Raffreddate gli entusiasmi. Purtroppo non è uscita una versione per il pinguino del più famoso applicativo Adobe, o per lo meno, non ancora (in fondo la speranza è l’ultima a morire).
Possiamo però sfruttare Wine, la famosa implementazione Open Source delle API di Windows in ambiente “X”, e farci girare il nostro caro (in tutti i sensi) Photoshop. 🙂

Cominciamo con una paio di premesse importanti:

  1. a meno che non vi accontentiate di installarne una vecchia versione (la v.7 ad esempio funziona molto bene sotto Wine) dovrete rassegnarvi a non poter sfruttare Photoshop al massimo delle sue possibilità. La versione CS (quella che qui insegnerò a installare) funziona in modo non perfetto, la CS2 funziona poco e la CS3 non funziona proprio.
  2. Non tutte le distro GNU/Linux sono uguali, per cui i risultati possono variare. Le istruzioni che seguono sono valide per Ubuntu 6.06 (Dapper) e 6.10 (Edgy), e sul mio sistema funzionano. Non posso garantire lo stesso per voi, purtroppo.

Cominciamo quindi con l’installazione di Wine. Andiamo sul sito di Wine nella sezione download e scarichiamo la versione più recente disponibile per la nostra distro. In alternativa potete sempre compilare da file source. A voi la scelta.

Una volta installato wine, per primissima cosa dobbiamo aprire una shell e digitare ‘winecfg’. Vi si aprirà una schermata molto Windowsiana, con vari parametri che per il momento NON DOVETE TOCCARE.

winecfg

L’avvio di winecfg è però necessario in quanto questo creerà nella vostra directory home/user una sottodirectory nascosta (/.wine) nella quale verranno installati poi gli applicativi Windows.

Il secondo passo sarà quello di installare Photoshop CS. Inseriamo quindi nel lettore CD la nostra copia di Photoshop, apriamo un terminale e ci spostiamo nella directory di mount del cdrom (ad esempio /media/cdrom).

Quindi scriviamo il comando ‘wine setup.exe’ e installiamo Photoshop esattamente come eravamo abituati a fare in ambiente Windows. Quando finalmente ci viene richiesto, inseriamo il serial number e, se non l’abbiamo mai fatto in precedenza, registriamo il prodotto presso Adobe per ricevere le newsletter con gli aggiornamenti.

Per poter lanciare Photoshop dobbiamo ora creare un piccolo script. Prima di farlo andiamo a controllare il path dove è stato installato Photoshop. Esso dovrebbe essere “/home/nomevostrouser/.wine/drive_c/Program Files/Adobe/Photoshop CS”. Segnamocelo da qualche parte perché tra poco ci servirà un paio di volte.

Apriamo quindi il nostro editor di testo e creiamo lo script di avvio per Photoshop:

#!/bin/bash
WINEDLLOVERRIDES=”wintab32=n” wine “/home/nomevostrouser/.wine/drive_c/Program Files/Adobe/Photoshop CS/Photoshop.exe”

*EDIT*: attenzione!! Nel creare il file in questione non vi consiglio di fare copia-incolla delle righe qui sopra, perché il blog converte le virgolette in modo anomalo, e ciò modifica la corretta sintassi dei comandi! Quindi o ve le riscrivete a mano, stando attenti a non sbagliare sintassi, oppure, se fate copia-incolla, tenete in considerazione questi due fattori fondamentali:

  1. sostituite tutte le virgolette con quelle normali (che trovate facendo shift+2 sulla vostra tastiera)
  2. abbiate l’accortezza che da WINEDLLOVERRIDES a Photoshop.exe” sia tutto su una sola riga!

*FINE EDIT*

Salviamo ora questo file in /home/nomevostrouser/.wine/drive_c/Program Files/Adobe/Photoshop CS col nome photoshop.sh

Ci siamo quasi…

Ora riapriamo un terminale, e lanciamo nuovamente winecfg.

Andiamo nel tab ‘applications’ e selezioniamo in basso il bottone “add application”. Navighiamo nel nostro finto drive C: e andiamo a selezionare in “Program Files\Adobe\Photoshop CS” il file photoshop.exe

Ora selezioniamo il file photoshop.exe che sarà comparso nella sezione “Application Settings”, e nel menu a tendina “Windows version” selezioniamo Windows2000 (vedi foto qui sotto).

winecfg photoshop.exe

Ora, sempre con il file Photoshop.exe selezionato in questa finestra, clicchiamo sul tab “Libraries”, nello spazio “New override for library:” scriviamo “wintab32” e clicchiamo il bottone “add” subito a fianco del menu a tendina. Il risultato sarà questo:

wintab.png

Ora siamo pronti per lanciare il nostro programma. Creiamoci un launcher (da mettere nel menu o come icona sul desktop o in un pannello):

launcher.png

Il comando da inserire nello spazio apposito sarà:

sh “/home/nomevostrouser/.wine/drive_c/Program Files/Adobe/Photoshop CS/Photoshop.sh”

Ora utilizzate il vostro launcher per far partire Photoshop. Mettetevi comodi (per lanciare il programma ci vuole MOLTO tempo e se il PC sembra bloccato non temete, non lo è e pazientate ancora!) e se tutto è andato come doveva andare…

wineps.png

Un po’ di avvertenze importanti:

  1. NON, ripeto NON, e nel caso non l’aveste ben capito NON cercate di spostare o minimizzare le finestrelle del navigatore/storia/livelli ecc… insomma quelle sulla destra, pena il FREEZE completo del PC. L’unica soluzione per uscirne è premere il bottone RESET del PC, quindi evitate! Uomo avvisato… 😉
  2. C’è una piccola latenza tra la scelta di una voce dai menu e l’applicazione della stessa. Quindi se avete selezionato un filtro e non succede nulla, non preoccupatevi. Dopo qualche secondo inizia…
  3. Per quelle situazioni (tipo il timbro Clone) dove bisogna premere Alt per selezionare l’origine, dovrete premere sì Alt, ma avendo l’accortezza di premere anche il tasto “Win” in contemporanea. Altrimenti non funzionerà.
  4. L’avvio di Photoshop è molto lento. Lo si può velocizzare togliendo un po’ di filtri e plugin (anche quelli presenti di default) che siete sicuri non userete mai.

Spero che questo tutorial vi sia servito e che tutto abbia funzionato a dovere. Come premesso all’inizio, non posso garantire che tutto vada liscio anche sul vostro sistema, perché ci sono troppe variabili in gioco.

Ma se anche il tutorial vi ha funzionato, vi ricordo che quasi tutto quello che fa Photoshop lo fa anche GIMP, e che quindi sarebbe meglio usare quest’ultimo nella maggioranza dei casi. Anch’io, che tanto ho penato per far funzionare Photoshop CS sotto Wine, non lo uso comunque quasi mai: l’unica eccezione è quando mi serve lo “Strumento Pennello Correttivo” (il cerotto insomma) in quanto l’analoga funzione di GIMP, presente dalla v2.3 in poi, non è ancora altrettanto precisa e potente.

17 risposte a “Photoshop per Linux”

  1. Non sbagli. 🙂
    Non mi sono convertito (continuo a non riconoscerne l’utilità 🙂 ), ma l’ho installato perché anche questo può servire ad attirare gente verso linux. Specialmente gli amici che rimangono a bocca aperta per le due baggianate che fa Vista. 😀

    Cosa intendi per “Come fai a usare su beryl il decoratore come quello di compiz ?”?

  2. Be inizierei con il ringraziarvi per la prontezza con la quale è stata stesa questa guida in seguito alla mia richiseta…^^ quindi GRAZIE….

    Sfortunamente non ho risolto i miei problemi, perchè benchè usi Debian (quindi praticamente uguale ad Ubuntu) quando faccio partire il setup e mi chiede di premere “Avanti” per iniziare l’installazione mi si blocca tutto, e non posso neanche killarlo perchè in ogni caso rimane sui 4 desktop la finestra in primo piano dell’installzione… quindi devo obbligatoriamente fare il logout e rientrare.

    Spero di essermi spiegato abbastanza bene.
    Attendo con ansia una risposta. GRAZIE MILLE^^

    PS: ho anche provato a installare il 7 però una volta completate le 2 insatllazioni (1 in polacco e l’altra in italiano, consiglio di un amico che dice che se non faccio così non si installa photoshop 7) quando avvio il programma non mi fa fare niente.. è semplicemtne statito^^.

  3. @K-Podest: Mi spiace, ma non posso darti nessun consiglio particolare!
    Come ho scritto nel punto 2 all’inizio del tutorial, le variabili in gioco sono troppe!
    L’unica alternativa che mi viene in mente è quella di provare “Portable Photoshop”, scaricabile dai soliti siti (o da eMule) ma ovviamente solo se si possiede una licenza regolare di Photoshop. Ad alcuni funziona (non dovendo essere installato, c’è un problema in meno da risolvere…)

    @drMauro: grazie! 🙂

  4. vedo che hai il deoratore di finestre con la “x” per chiudere tipo compiz… mi chiedevo se avevi fatto qlc di particolare magari è un tema così

  5. Il titolo del post tira molto 😀

    Avevo pensato si trattasse di wine già leggendolo… Però come tu stesso riporti ho letto su molte fonti che il funzionamento non è assicurato e anche quando si riesce ad installare e far girare è molto facile che non si comporti a dovere…

    Purtroppo devo rimarcare ancora una volta (come fatto anche altrove in discussioni su GIMP) che se con la fotografia ci lavori non ti puoi permettere tanti giochetti pur di evitare winz…

    Ovviamente nonostante queste osservazioni personali trovo che il tutorial sia un’ottima cosa, soprattutto per chi PS lo usa per “giochicchiare” e quindi non si fa tanti problemi

  6. Come ho scritto nel testo, il risultato non è assicurato, però se alla fine il tutorial funziona (come a me) la funzionalità di PS su Wine è quasi del tutto identica a quella su Windows, e sono solo necessari alcuni accorgimenti durante il suo utilizzo.

    Comunque chi ha necessità di usare PS senza nessuna “differenza” rispetto a Windows può sempre usare una virtual machine (con VMWare, o ancor meglio, VirtualBox, che fa le stesse cose di VMWare ma è free per gli utilizzi personali non commerciali), senza così dover necessariamente bootare Win e rinunciare a Linux.

    Su GIMP siamo abbastanza d’accordo: è un ottimo prodotto, al quale manca però ancora un po’ di maturità per essere utilizzabile a livello professionale. D’altra parte è un software gratuito, e non è certo paragonabile con PS, che ha alle spalle un colosso come Adobe, e soprattutto che costa un occhio della testa. 😉

    A livello dilettantistico, o anche semi-pro, però GIMP fa il suo dovere, e sono dell’idea che il 99% dell’utenza media (=non professionale) di PS, potrebbe benissimo usare GIMP senza notare alcuna differenza.

  7. @genny: Che distro usi? Se è ubuntu:

    cd /media/cdrom

    Se usi un’altra distro è possibile che il cdrom sia in /mnt quindi:

    cd /mnt/cdrom

  8. Complimenti per la guida.
    Io avendo ubuntu 8.04 dopo aver installato wine ho messo lanciato il stup.exe poi a fine installazione attivato il prodotto e basta.
    L’unico probelma che ho e che non sono ancora riuscito a risolvere è quello dello strumento “clone” che non riesco a farlo funzionare in nessun modo! ho provato a premere alt ed ad uno ad uno tutti i tasti della mia tastiera ma non funge!!!
    che faccio?
    grazie

  9. Ciao!!!
    Spieghi molto bene solo che non riesco a capire un passaggio quindi non sono riuscita a scaricare la versione di photoshop per linux mi potresti spiegare cosa devo cliccare dp aver schiacciato su download?

  10. Non scarichi Photoshop per linux, devi scaricare Wine, che è un framework che permette di installare e utilizzare su linux moltissimi programmi per windows.

I commenti sono chiusi