Improve Bootcamp Parte 2 – EFI Boot

RefitEccoci dopo le vacanze e gli esami (alla soglia di altre vacanze…) a parlare ancora di Mac e Bootcamp. Un piccolo problema di Bootcamp (superficiale ma noioso) sta nel Bootloader: intendiamoci, quello della Apple funziona benissimo ma nonostante ciò rimane sempre problematico sotto l’apetto dell’usabilità. Quando volete passare da OsX a Windows avete solo due possibilità: o all’avvio premete il tasto “alt”, appena incomincia il suono di avvio, e lo mantenete premuto(il 90% delle volte mancate il suono) oppure in OsX andate in “Preferenze di Sistema>Disco di Avvio” e scegliete come avvio il disco di win(stessa cosa in win) e riavviate.

Dato che questo problema è sentito da un pò di persone degli sviluppatori hanno deciso di sviluppare un Bootloader EFI opensource: rEFIt (http://refit.sourceforge.net/).

Questo Bootloader, anche se graficamente parlando non è proprio all’altezza del mac, è di semplicissima installazione e semplice da usare, supporta anche linux, contiene dei tool (da riga di comando) per le partizioni ed è aggiornato molto spesso.

Schermata del menù di rEFIt

Ma parliamo dell’installazione: Sebbene il .dmg che scaricate dal sito abbia un installer automatico questo non basta per avere rEFIt sempre attivo all’avvio, ma niente paura perchè con queste semplici istruzioni sarà una passeggiata:

  1. Scaricate l’ultima versione di rEFIt
  2. Una volta montato il .dmg localizzate il file rEFIt.mpkg e avviatelo
  3. Dopo l’installazione localizzate la cartella “Machintosh HD>EFI>rEFIt”
    • Notate che qui avete 2 file che si chiamano “enable.sh” ed “enable-always.sh”
  4. Apritela linea di comando (Applicazzioni>Utility>Terminale)
  5. Digitate:
    cd /efi/refit (premete invio)
    ./enable.sh (invio)
  6. Digitate la password (non vedete i caratteri che digitate ma, non preoccupatevi, state scrivendo!) e premete invio
  7. Digitate:
    ./enable-always.sh (invio)
  8. Premete Mela+Q per chiudere terminale
  9. Riavviate il Mac, all’avvio dovreste trovare rEFIt

Nella schermata di rEFIt trovate, sotto alle icone delle partizioni, delle altre icone che servono ad accedere ad una versione particolarmente ridotta di terminale e una piccola utility di boot che possono servire nel caso di problemi con le partizioni e due frecce che servono a impostare la priorità di avvio delle partizioni.
Sito:

rEFIt

4 risposte a “Improve Bootcamp Parte 2 – EFI Boot”

  1. sarebbe interessante un how-to su come installarlo nella partizione EFI del disco 🙂

I commenti sono chiusi