Strategie di backup nel 2010

Parlavamo, ormai qualche anno fa, di come risulti essere imperativo una strategia di backup robusta per i propri dati, soprattutto se per la vostra professione avete bisogno di salvare informazioni in grande quantità. Grafici, fotografi, musicisti, ma anche piccole ditte o artigiani utilizzano il pc nelle attività quotidiane, occupando Gb di memoria in poco tempo.

Data Robotics, la stessa azienda che produce Drobo, pubblica sul proprio sito aziendale un interessante articolo riguardante proprio il DAM, il Digital Asset Management, nel quale si spiegano quali sono i punti principali da tenere a mente quando si progetta una strategia di backup.

Sperando di poter provare uno dei loro prodotti prima o poi, per ora vi inoltro il link a questo articolo:

http://www.drobo.com/support/best_practices.php

Come aggiornare l’Iphone ad un nuovo firmware

Torniamo a parlare di Iphone: questa piccola guida precederà un altro articolo in cui cercherò di esporre alcune considerazioni a distanza di quasi due anni dalla presentazione del dispositivo di casa Apple. Come certamente tutti gli interessati sapranno, venerdì scorso è stato rilasciato il nuovo firmware 2.2 e a distanza di due giorni il Deav Team ha reso disponibili le nuove versioni dei loro tool per effettuare le operazioni di jaibreaking. Non voglio minimamente soffermarmi su queste procedure ben documentate in rete (se non rimandandovi ai siti di riferimento): vorrei affrontare una questione connessa su cui quasi tutti glissano ma che ogni volta manda in crisi tre quarti degli utenti, in particolare i meno “smanettoni”. Ovvero partendo da un Iphone jailbroken (oppure anche da un Iphone mai sbloccato, si veda la nota) con un determinato firmware, come fare a passare al firmware successivo senza perdita di dati. Itunes dispone infatti di una utilissima funzione di backup automatico dei dati, peccato però che è altamente sconsigliato effettuare Leggi tutto “Come aggiornare l’Iphone ad un nuovo firmware”

Backup a prova di bomba? RAID software su Ubuntu

Innanzitutto urge una precisazione: non siamo spariti, ma come tanti, abbiamo una vita al di fuori del blog che in questo momento ci sta assorbendo parecchio, chi per le varie tesi, chi per nuovi lavori, chi per lavori vecchi dove c’è bisogno più impegno del solito. Ci sono persone là fuori che pretendono, non capendo che abbiamo di meglio da fare ;).

Detto questo, ci eravamo lasciati settimana scorsa con un dilemma che mi stava logorando: come fare ad evitare di perdere tutto il mio archivio fotografico, essenziale per il mio equilibrio psicofisico? se ne erano dette diverse: dall’utilizzo di cubi costosi assolutamente autonomi, ad altri gadgets di dubbia qualità, addirittura googleando attraverso i feed RSS, avevo trovato personaggi incredibili disposti a spendere più di 1000$ per una serie di HD esterni collegati in rete. Qualcuno addirittura ha messo in una cassetta di sicurezza della banca gli hd direttamente.

Alla fine, grazie ai consigli ottenuti dai commenti di diversi utenti (grazie Fabrizio, Lore, l’immancabile Rebe), ho deciso di affidarmi ad una soluzione RAID, perché già possedevo un PC fisso con Ubuntu, perfettamente funzionante e senza schermo. Vuoi saperne di più? continua a leggere… Leggi tutto “Backup a prova di bomba? RAID software su Ubuntu”

Povero Coppola! (anche lui però…)

AGGIORNAMENTO: http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2077271 a quanto sembra un backup ce l’aveva… mai fidarsi dei giornalisti!

Francis Ford Coppola, regista di capolavori come “Il Padrino”, “L’uomo della pioggia”, “Apocalipse Now”, in solo colpo ha perso 15 anni di attività creativa. Tutto per colpa di un pc rubato.

Tutto succede in Argentina, dove il regista possiede una casa. Giovedì dei ladri sono entrati nella sua proprietà e hanno rubato il suo pc portatile (sarà stato sicuramente un Mac 🙂 ) che conteneva, suo malgrado, una miniera di idee e lavori, tra cui la sceneggiatura del suo prossimo film “Tetro”, le cui riprese sarebbero dovuto iniziare nel prossimo mese di Febbraio.

La scoperta del furto ha gettato Coppola in una situazione di sconforto che sta prendendo i contorni di una situazione di sofferenza post-traumatica. Tramite il suo portavoce e sulle maggiori televisioni del paese sudamericano, ha chiesto che gli venisse restituito il computer trafugato, ma per il momento senza novità rassicuranti.

E pensare che tutto si sarebbe potuto evitare con un semplice backup…

P.S.: e ora capite perché sono paranoico??