Backup all’italiana (1^ parte)

Uno dei problemi che maggiormente assillano il fotografo digitale è la conservazione dei propri scatti.
In pratica qualsiasi fotografo ha il terrore che accada questo:

Foto © John Boston

Come evitare di perdere tutte le proprie fotografie in caso di disastro naturale e non, è un argomento dibattuto spesso tra gli interessati, e anche su questo blog se ne è già parlato in precedenza. C’è chi tiene le schede di memoria come fossero rullini e ne compra sempre di nuove, chi fa il backup su hard-disk esterni, chi masterizza furiosamente su DVD, chi mette in pratica tutte queste soluzioni contemporaneamente.

Un’altra possibile soluzione è il backup su server esterni, tramite internet. Il vantaggio di questo sistema è la delocalizzazione dei files, per cui se anche dovesse andarvi a fuoco la casa o l’ufficio (fate tutti gli scongiuri del caso, non mi offendo) i vostri preziosi ricordi fotografici saranno al sicuro altrove. Non è un caso se i servizi di online backup sono spuntati come funghi e moltiplicati come conigli, ma la maggior parte di essi sono decisamente molto costosi, poco intuitivi nel loro utilizzo, e generalmente supportano solo Windows o al massimo Mac. Ma noi abbiamo scovato l’eccezione, che per di più, è completamente made-in-Italy.

Si chiama Memopal, e ha sede a Roma.

Leggi tutto “Backup all’italiana (1^ parte)”

Bibble 5 vede finalmente la luce

B5 LogoDopo tre anni abbondanti di sviluppo, BibbleLabs ha finalmente rilasciato la versione 5 del suo famoso programma di editing fotografico, la cui versione 4.9 era stata recensita tempo addietro da drMauro.

Anche questa versione funziona su tutte le principali piattaforme (Windows, Mac e Linux) ed esiste in due edizioni: Lite (per un utilizzo più amatoriale) e Pro (per gli esperti). Forse sarebbe meglio dire che esisterà in due edizioni, in quanto al momento l’unica disponibile è la Pro, mentre per la Lite bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo.

Chi ha acquistato Bibble4 dopo il 1° settembre 2006 ha diritto a una licenza gratuita per la versione 5, ovviamente nella stessa edizione acquistata della v4 (Pro o Lite, quando sarà disponibile. Nel frattempo tutti gli aventi diritto alla licenza della versione Lite potranno usare la versione Pro). E per tutti gli altri? Vale la pena acquistare la v5? Vediamo… Leggi tutto “Bibble 5 vede finalmente la luce”

Un GPS logger a prova di bomba

Giusto un anno fa scrivevo la recensione del GPS logger i-gotU GT-120, che per parecchi mesi è stato un mio fedele compagno di viaggio.
Sfortunatamente, un paio di mesi fa, a causa di una mia disattenzione, l’amato Chicco è passato a miglior vita, e nonostante possieda un altro GPS logger (un QStarz Q1000P), ho subito rimpianto la semplicità d’uso e le ridotte dimensioni del prodotto della MobileAction, che è subito corsa in mio soccorso inviandomi in prova il fratello maggiore del GT-120, ossia il GT-200e.

i-gotU GT200e
i-gotU GT200e

Sarà effettivamente migliore del suo predecessore? Andiamo a scoprirlo… Leggi tutto “Un GPS logger a prova di bomba”

Basta rumore!

Uno dei grandi vantaggi delle fotocamere digitali rispetto a quelle a pellicola, è la possibilità di scattare in qualsiasi condizione di luce.
In condizioni di scarsa luce, nella fotografia tradizionale è infatti necessario utilizzare una pellicola più sensibile, il che comporta il cambio del rullino già installato in macchina, con possibile spreco di parte di essa, oppure il possesso di un secondo corpo macchina munito di pellicola ad alti ISO.
In fotografia digitale invece è possibile aumentare selettivamente la sensibilità ISO del sensore, simulando in un certo qual senso la presenza di un rullino maggiormente sensibile alla luce. Tuttavia ciò non avviene senza un costo: se in fotografia tradizionale la maggiore sensibilità della pellicola si traduce, al momento della stampa, in una immagine più sgranata e meno definita, una conseguenza simile accade anche in fotografia digitale, in quanto l’aumento della sensibilità ISO del sensore introduce un “rumore” digitale nell’immagine.
Sebbene i fabbricanti ricerchino costantemente il miglioramento di questi difetti, il rumore digitale rimane una costante delle fotografie scattate in condizioni di scarsa luminosità ad alte sensibilità ISO.
E’ per questo che esistono software di riduzione del rumore, tra i quali spicca Neat Image. Leggi tutto “Basta rumore!”

Defishing alternativo

Sin da quando l’uomo ha iniziato a disegnare mappe del globo terrestre, si è posto il serio problema di come rappresentare su un piano qualcosa che nella realtà è disposto su di una superficie sferica.
Evidentemente questo è impossibile, e sono state sviluppate varie tecniche, chiamate proiezioni cartografiche, atte a introdurre distorsioni nell’immagine originale, in modo da poterle riprodurre su un piano. Esistono molte differenti proiezioni (avrete sentito parlare spesso, per esempio di “proiezione di Mercatore”, usata di frequente nei planisferi) ognuna delle quali “sfrutta” un diverso tipo di deformazione (ciascuno dei quali ha i suoi pro e contro) a seconda dell’utilizzo finale.

Gli obiettivi “fisheye” sono soggetti allo stesso problema: il loro ampio angolo di campo (fino a 220° come nel caso del Fisheye-NIKKOR 6mm f/2.8, un mostro che pesa più di 5 chili) cattura un’immagine emisferica molto vasta, che viene proiettata su una superficie piana.
Ovviamente il risultato è quello che tutti conosciamo e che dà a queste lenti il loro caratteristico nome di “occhio di pesce”.
Oggi, con l’avvento della fotografia digitale, sono stati sviluppati dei software particolari, il cui scopo è il cosiddetto “defishing” (in genere non amo usare termini inglesi, ma l’equivalente italiano “depescizzare” mi sembra sinceramente inutilizzabile), che in soldoni non è altro che la modifica di un’immagine fish-eye attraverso l’utilizzo di determinate proiezioni, esattamente come avviene per le carte geografiche.

Leggi tutto “Defishing alternativo”

Photoshop per Linux

*EDIT* Dalla versione 0.9.54 Wine supporta photoshop CS e CS2, qui la pagina di riferimento:

http://wiki.winehq.org/AdobePhotoshop 

*EDIT*: Attenzione! Ho trovato nel tutorial una possibile fonte di problemi che potrebbero non aver fatto andare a buon fine l’installazione di Photoshop a coloro che l’avessero seguito! Rileggete il punto dove ho inserito l'”*EDIT*“.

Raffreddate gli entusiasmi. Purtroppo non è uscita una versione per il pinguino del più famoso applicativo Adobe, o per lo meno, non ancora (in fondo la speranza è l’ultima a morire).
Possiamo però sfruttare Wine, la famosa implementazione Open Source delle API di Windows in ambiente “X”, e farci girare il nostro caro (in tutti i sensi) Photoshop. 🙂 Leggi tutto “Photoshop per Linux”

Gran regalia natalizia: Lightzone 3.3 per linux!!

Interrompo questa giornata natalizia per una notizia che farà sicuramente piacere a molti: Lightzone 3.3 è ora in versione beta free sul sito di Lightcrafts!!

Dopo mesi di assenza e di incertezza sul futuro di questo potente software nel mondo linux, oggi possiamo affermare che Fabio Riccardi, Anton Kast e gli altri di Lightcrafts hanno deciso finalmente di sfondare il muro psicologico delle applicazioni pro nel mondo del pinguino. Ora,  non sappiamo le intenzioni economica della software-house, ma per il momento godiamoci questo momento, e vogliamoci bene!!!

Confidiamo nel rapporto tra sviluppatori e community, magari rimarrà anche in futuro un software gratuito…

ecco il link alla notizia, trovate anche il modo di scaricare il software!

buon Natale!

Raw Therapee – Recensione!

14/12/07 UTENTI WINDOWS Aggiornamento: VERSIONE 2.3 BETA disponibile per il download! Dopo diversi mesi di assenza, è uscita una nuove versione di testing, per il momento solo per utenti Bill-addicted.A questo link le ultime news.

*****************************************************************************************

!! FORUM: tutte le ultime novità su questo articolo in questo thread.

Continua la saga di chi peregrina tra decine di titoli per trovare il software-pretesto per passare a linux definitivamente…

Oggi ci occupiamo di Raw Therapee (THe Experimental RAw Photo Editor – ma si sta pensando ad un altro nome…), software creato da Gbor Horvth, che si propone di inserirsi nel mercato dei parecchi convertitori dei files RAW ora in commercio. Iniziamo da una cosa essenziale: è free (ma non opensource), nonostante si possa contribuire con 5 $ al progetto in maniera assolutamente volontaria.

L’installazione è semplicissima, basta scaricare il pacchetto per linux, Leggi tutto “Raw Therapee – Recensione!”

ManDVD – authoring software, un buon inizio

Nel mio solito giro di rss mattutino, mi sono imbattuto in questa guida per installare ManDVD, una utility che si propone come authoring software per creare DVD con menu, effetti, montaggio video e slideshow. Ammetto di non averlo ancora provato, però utilizzando questa guida non ho avuto alcun problema ad installarlo insieme a tutte le sue dipendenze:

http://divilinux.wordpress.com/2007/10/28/authoring-con-mandvd/

Chiunque lo provi, ci faccia una recensione, la pubblicheremo molto volentieri!

Sito su kde-apps.org