R-Strap: una cinghia rivoluzionaria

Diciamoci la verità: è bellissimo stare tutto il giorno in giro a scattare fotografie, ma che male al collo alla fine della giornata!
Specialmente se siamo dotati di corpi macchina pesanti e magari di qualche teleobiettivo luminoso, il nostro collo deve sopportare pesi dell’ordine dei cinque chilogrammi, una sollecitazione continua che a fine sessione si paga con una discreta quantità di dolore e contratture muscolari varie.
Certo, l’alternativa è usare la cinghia della fotocamera come una tracolla, con l’inconveniente di dover sempre tenere l’adorata macchina con una mano, per evitare che la cinghia scivoli e faccia cadere il nostro gioiellino, producendo migliaia di euro di danni. Inoltre, se dovete immortalare un momento fuggevole, portando la fotocamera in questo modo rischiate di perdere il momento magico…
Oggi però c’è un sistema migliore. Ideato dal fotografo Ron Henry, è pronto a rivoluzionare il nostro modo di portare la fotocamera.
Si chiama R-Strap, e si basa su un concetto tanto semplice quanto ingegnoso: si può tenere la fotocamera a tracolla, senza timore che cada in terra, e pronta a scattare in ogni momento.

Leggi tutto “R-Strap: una cinghia rivoluzionaria”

HDR Facile

Di tecnica HDR abbiamo già parlato in altre occasioni.
Come abbiamo visto, è una tecnica molto interessante per aumentare la gamma dinamica delle proprie immagini, e gli strumenti software per applicarla sono ormai molteplici.
Oggi ci occupiamo di un programma per Windows molto interessante, chiamato easyHDR Pro ormai giunto alla v2.01. Come suggerisce il nome, dovrebbe essere uno strumento facile per produrre immagini in alta gamma dinamica. Sarà in grado di mantenere le promesse e di intaccare la supremazia di Photomatix? Continuate a leggere e lo scopriremo. Leggi tutto “HDR Facile”

Backup all’italiana (1^ parte)

Uno dei problemi che maggiormente assillano il fotografo digitale è la conservazione dei propri scatti.
In pratica qualsiasi fotografo ha il terrore che accada questo:

Foto © John Boston

Come evitare di perdere tutte le proprie fotografie in caso di disastro naturale e non, è un argomento dibattuto spesso tra gli interessati, e anche su questo blog se ne è già parlato in precedenza. C’è chi tiene le schede di memoria come fossero rullini e ne compra sempre di nuove, chi fa il backup su hard-disk esterni, chi masterizza furiosamente su DVD, chi mette in pratica tutte queste soluzioni contemporaneamente.

Un’altra possibile soluzione è il backup su server esterni, tramite internet. Il vantaggio di questo sistema è la delocalizzazione dei files, per cui se anche dovesse andarvi a fuoco la casa o l’ufficio (fate tutti gli scongiuri del caso, non mi offendo) i vostri preziosi ricordi fotografici saranno al sicuro altrove. Non è un caso se i servizi di online backup sono spuntati come funghi e moltiplicati come conigli, ma la maggior parte di essi sono decisamente molto costosi, poco intuitivi nel loro utilizzo, e generalmente supportano solo Windows o al massimo Mac. Ma noi abbiamo scovato l’eccezione, che per di più, è completamente made-in-Italy.

Si chiama Memopal, e ha sede a Roma.

Leggi tutto “Backup all’italiana (1^ parte)”

Sistemare i colori in iPhoto

Icona di iPhotoMacworld.com ha pubblicato un articoletto che spiega come fare a correggere i colori in iPhoto, credo una buona base per chi di programmi più complessi non capisce ancora granché e vuole impratichirsi con i propri JPG sfruttando ciò che il suo Mac offre.

Ecco il link all’articolo originale!

http://www.macworld.com/article/145795/2010/01/fixcolorsiniphoto.html

Via | Macworld.com

Uno per tutti…

batteries1Se anche voi, quando viaggiate, vi portate dietro cellulare, due fotocamere, una videocamera, lettore MP3, geotagger, navigatore e magari pure qualcos’altro, vi sarete sicuramente scontrati con la dura realtà: è necessario un bagaglio a mano solo per far spazio ai relativi caricabatterie!

Ma le compagnie low-cost permettono un solo bagaglio a mano, e quindi cosa facciamo? Ci portiamo in cabina la borsa con i caricabatterie? Certo che no, a bordo ci portiamo lo zaino fotografico… e allora tutti i charger li mettiamo nel bagaglio che imbarchiamo al check-in.

Eh, già, bravi… bella idea! Ma se la compagnia aerea vi permette solo 15kg di bagaglio, come massimo? Portiamo dietro i cambi di biancheria, o riempiamo la valigia di caricabatterie, lasciando solo 3kg a disposizione per tutto il resto? 🙂

Che dilemma! Che dilemma!

Per fortuna la Pixo, una geniale compagnia tedesca, ci viene incontro con il suo caricabatterie universale Pixo C2+. Leggi tutto “Uno per tutti…”

Blackbird, fly – Lomo!!

Blackbird flyNell’era del digitale, dove la qualità dell’immagine è ormai alla portata di tutti, esiste una nicchia di appassionati di fotografia che gode nell’ottenere delle fotografie non esposte proprio correttamente, non perfettamente a fuoco, magari leggermente vignettate e tutto questo sfruttando tecnologie analogiche (dicesi rullino di pellicola). Pazzi? non penso proprio… sebbene questo modo di vedere stia diventando per certi versi una “moda”, né più né meno come per chi insegue sempre l’ultimo modello di DSLR.

C’è da dire però che nel concetto di base questo modo di approcciarsi alla fotografia c’è qualcosa di affascinante. Abituati come siamo a scattare mille volte senza pensarci troppo, tornare indietro ed avere al massimo 24 o 36 pose è come fare un balzo nel passato. Un modo per concentrarsi più sul soggetto da fotografare che sulla macchina fotografica, restituendo forse un po’ di quella bella sensazione che si aveva andando a sviluppare il rullino per vedere “cosa era venuto”! Leggi tutto “Blackbird, fly – Lomo!!”

Bibble 5 vede finalmente la luce

B5 LogoDopo tre anni abbondanti di sviluppo, BibbleLabs ha finalmente rilasciato la versione 5 del suo famoso programma di editing fotografico, la cui versione 4.9 era stata recensita tempo addietro da drMauro.

Anche questa versione funziona su tutte le principali piattaforme (Windows, Mac e Linux) ed esiste in due edizioni: Lite (per un utilizzo più amatoriale) e Pro (per gli esperti). Forse sarebbe meglio dire che esisterà in due edizioni, in quanto al momento l’unica disponibile è la Pro, mentre per la Lite bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo.

Chi ha acquistato Bibble4 dopo il 1° settembre 2006 ha diritto a una licenza gratuita per la versione 5, ovviamente nella stessa edizione acquistata della v4 (Pro o Lite, quando sarà disponibile. Nel frattempo tutti gli aventi diritto alla licenza della versione Lite potranno usare la versione Pro). E per tutti gli altri? Vale la pena acquistare la v5? Vediamo… Leggi tutto “Bibble 5 vede finalmente la luce”

Lensbaby: Composer

Oggi parliamo di un obiettivo fotografico particolare, Lensbaby Composer. Per chi di voi non conoscesse l’ormai famoso sweet spot generato dalla serie di fantastiche lenti inventate da Craig Strong, Lensbaby non è altro che una particolare ottica decentrabile che ha la possibilità quindi di spostare il punto di messa a fuoco in qualunque posizione della scena, creando tutt’intorno un alone gradatamente sfuocato.

Kit LB Composer con ottiche opzionali.Lensbaby Composer è il risultato dell’ottimo successo avuto dai modelli precedenti caratterizzati da una lente applicata ad una struttura simile ad un soffietto che permetteva sia la messa fuoco (comprimendo o distendendo il soffietto), sia lo spostamento del punto di messa fuoco all’interno del fotogramma. Rispetto a questi modelli, confluiti nel modello “Muse“, Composer si basa su una specie di cuscinetto a sfera su cui si muove il gruppo ottico dotato di anello di messa a fuoco: in questo modo, invece di dover mantenere manualmente sia la posizione che la messa a fuoco premendo con le dita sul soffietto, potete tranquillamente settare il vostro obiettivo su un cavalletto e poter lavorare anche in studio con questo strumento.

Composer viene spedito con un’ottica a due lenti di vetro, molto nitida e precisa, con diaframmi a contatto magnetico rimovibili da f2,8 a f22; l’effetto sweet spot diminuirà d’intensità passando da aperture maggiori a minori. La caratteristica della nuova linea Lensbaby è il sistema Optic Swap, che permette di rimuovere il gruppo ottico dal vostro obiettivo e sostituirlo con una delle ottiche opzionali vendute sia in kit che singolarmente. Potrete scegliere tra un’ottica con singola lente di plastica, singola lente di vetro oppure pinhole/zone plate, liberando ancora di più la vostra creatività!

A queste ottiche base, se ne aggiungono da questo Natale anche altre due: un FishEye 12 mm e una lente Soft Focus!

Tra gli accessori Lensbaby permette di montare anche dei modificatori di lunghezza focale: Super Wide Angle 0,42x per passare dalla lunghezza focale standard di 50mm (formato full frame) a 21mm (!), oppure scegliere altri aggiuntivi per raggiungere la lunghezza focale di 80mm o a 30mm, lenti per la fotografia macro, particolari diaframmi sagomati per creare effetti bokeh diversi!

Giusto per mostrarvi di cosa stiamo parlando, eccovi un piccolo video creato ad hoc:

La curva di apprendimento è molto semplice, soprattutto per chi ha già usato le versioni a soffietto di questa lente; per chi è nuovo al mondo Lensbaby, non ci vorrà molto a capire come meglio sfruttare questo effetto.

Una piccola gallery per mostrarvi cosa si può creare, realizzata sul Lago Maggiore! in alternativa, qui sul mio stream di Flickr oppure nel sito ufficiale trovate molte altre immagini..

Castelveccana 01
Molo di Castelveccana (Varese)
Barche, Casteveccana (VA)
Barche, Casteveccana (VA)
Scarpe, canottieri Lago Maggiore.
Scarpe, canottieri Lago Maggiore.

Per quanto riguarda prezzi e disponibilità, vi rimando al sito originale.

Un GPS logger a prova di bomba

Giusto un anno fa scrivevo la recensione del GPS logger i-gotU GT-120, che per parecchi mesi è stato un mio fedele compagno di viaggio.
Sfortunatamente, un paio di mesi fa, a causa di una mia disattenzione, l’amato Chicco è passato a miglior vita, e nonostante possieda un altro GPS logger (un QStarz Q1000P), ho subito rimpianto la semplicità d’uso e le ridotte dimensioni del prodotto della MobileAction, che è subito corsa in mio soccorso inviandomi in prova il fratello maggiore del GT-120, ossia il GT-200e.

i-gotU GT200e
i-gotU GT200e

Sarà effettivamente migliore del suo predecessore? Andiamo a scoprirlo… Leggi tutto “Un GPS logger a prova di bomba”

Basta rumore!

Uno dei grandi vantaggi delle fotocamere digitali rispetto a quelle a pellicola, è la possibilità di scattare in qualsiasi condizione di luce.
In condizioni di scarsa luce, nella fotografia tradizionale è infatti necessario utilizzare una pellicola più sensibile, il che comporta il cambio del rullino già installato in macchina, con possibile spreco di parte di essa, oppure il possesso di un secondo corpo macchina munito di pellicola ad alti ISO.
In fotografia digitale invece è possibile aumentare selettivamente la sensibilità ISO del sensore, simulando in un certo qual senso la presenza di un rullino maggiormente sensibile alla luce. Tuttavia ciò non avviene senza un costo: se in fotografia tradizionale la maggiore sensibilità della pellicola si traduce, al momento della stampa, in una immagine più sgranata e meno definita, una conseguenza simile accade anche in fotografia digitale, in quanto l’aumento della sensibilità ISO del sensore introduce un “rumore” digitale nell’immagine.
Sebbene i fabbricanti ricerchino costantemente il miglioramento di questi difetti, il rumore digitale rimane una costante delle fotografie scattate in condizioni di scarsa luminosità ad alte sensibilità ISO.
E’ per questo che esistono software di riduzione del rumore, tra i quali spicca Neat Image. Leggi tutto “Basta rumore!”