Gestione Mp3 facile con MPFreaker -Review

Terra, anno solare 2010: in questa evoluta società umana è quasi “normale” avere a che fare e utilizzare correntemente librerie multimediali di file mp3. E’ stato matematicamente provato che tanto più la grandezza di tale librerie aumenta , tanto più diminuisce la voglia di tenerle aggiornate e in ordine.

Una volta esistevano i vinili con le loro custodie , i cd con le loro copertine …. ed oggi cosa rimane? Beh.. l’unico modo per mantenere un po’ di organizzazione e coerenza nei nostri file mp3 è quella di riempire i tag3 di ogni file inserendo copertine, anno , testo delle canzoni e  altri eventuali riferimenti.

Leggi tutto “Gestione Mp3 facile con MPFreaker -Review”

Uno per tutti…

batteries1Se anche voi, quando viaggiate, vi portate dietro cellulare, due fotocamere, una videocamera, lettore MP3, geotagger, navigatore e magari pure qualcos’altro, vi sarete sicuramente scontrati con la dura realtà: è necessario un bagaglio a mano solo per far spazio ai relativi caricabatterie!

Ma le compagnie low-cost permettono un solo bagaglio a mano, e quindi cosa facciamo? Ci portiamo in cabina la borsa con i caricabatterie? Certo che no, a bordo ci portiamo lo zaino fotografico… e allora tutti i charger li mettiamo nel bagaglio che imbarchiamo al check-in.

Eh, già, bravi… bella idea! Ma se la compagnia aerea vi permette solo 15kg di bagaglio, come massimo? Portiamo dietro i cambi di biancheria, o riempiamo la valigia di caricabatterie, lasciando solo 3kg a disposizione per tutto il resto? 🙂

Che dilemma! Che dilemma!

Per fortuna la Pixo, una geniale compagnia tedesca, ci viene incontro con il suo caricabatterie universale Pixo C2+. Leggi tutto “Uno per tutti…”

Blackbird, fly – Lomo!!

Blackbird flyNell’era del digitale, dove la qualità dell’immagine è ormai alla portata di tutti, esiste una nicchia di appassionati di fotografia che gode nell’ottenere delle fotografie non esposte proprio correttamente, non perfettamente a fuoco, magari leggermente vignettate e tutto questo sfruttando tecnologie analogiche (dicesi rullino di pellicola). Pazzi? non penso proprio… sebbene questo modo di vedere stia diventando per certi versi una “moda”, né più né meno come per chi insegue sempre l’ultimo modello di DSLR.

C’è da dire però che nel concetto di base questo modo di approcciarsi alla fotografia c’è qualcosa di affascinante. Abituati come siamo a scattare mille volte senza pensarci troppo, tornare indietro ed avere al massimo 24 o 36 pose è come fare un balzo nel passato. Un modo per concentrarsi più sul soggetto da fotografare che sulla macchina fotografica, restituendo forse un po’ di quella bella sensazione che si aveva andando a sviluppare il rullino per vedere “cosa era venuto”! Leggi tutto “Blackbird, fly – Lomo!!”

Bibble 5 vede finalmente la luce

B5 LogoDopo tre anni abbondanti di sviluppo, BibbleLabs ha finalmente rilasciato la versione 5 del suo famoso programma di editing fotografico, la cui versione 4.9 era stata recensita tempo addietro da drMauro.

Anche questa versione funziona su tutte le principali piattaforme (Windows, Mac e Linux) ed esiste in due edizioni: Lite (per un utilizzo più amatoriale) e Pro (per gli esperti). Forse sarebbe meglio dire che esisterà in due edizioni, in quanto al momento l’unica disponibile è la Pro, mentre per la Lite bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo.

Chi ha acquistato Bibble4 dopo il 1° settembre 2006 ha diritto a una licenza gratuita per la versione 5, ovviamente nella stessa edizione acquistata della v4 (Pro o Lite, quando sarà disponibile. Nel frattempo tutti gli aventi diritto alla licenza della versione Lite potranno usare la versione Pro). E per tutti gli altri? Vale la pena acquistare la v5? Vediamo… Leggi tutto “Bibble 5 vede finalmente la luce”

Un GPS logger a prova di bomba

Giusto un anno fa scrivevo la recensione del GPS logger i-gotU GT-120, che per parecchi mesi è stato un mio fedele compagno di viaggio.
Sfortunatamente, un paio di mesi fa, a causa di una mia disattenzione, l’amato Chicco è passato a miglior vita, e nonostante possieda un altro GPS logger (un QStarz Q1000P), ho subito rimpianto la semplicità d’uso e le ridotte dimensioni del prodotto della MobileAction, che è subito corsa in mio soccorso inviandomi in prova il fratello maggiore del GT-120, ossia il GT-200e.

i-gotU GT200e
i-gotU GT200e

Sarà effettivamente migliore del suo predecessore? Andiamo a scoprirlo… Leggi tutto “Un GPS logger a prova di bomba”

Georeferenziare le fotografie su Mac OSX: HoudahGeo!

Logo HoudahGeo
HoudahGeo

Oggi parliamo di HoudahGeo!

Avevamo già parlato in precedenza di diverse modalità per associare ad una serie di immagini dei dati geografici (cfr. Geotagging automatico (ed economico)Geotagging di file RAW e Lightroom 2Geotags: la nuova frontiera di Flickr!), oggi parliamo di come effettuare la stessa operazione utilizzando la piattaforma Mac.

Ripassino: perché “geotaggare” delle fotografie? Immaginate di fare una gita fotografica, una vacanza, una serie di rilevazioni sul territorio e di volere/avere la necessità di scattare molte fotografie; un tempo sarebbe stato improponibile segnare su un atlante dove avevate scattato veramente le immagini e poi allegare il tutto al classico album cartaceo. Con l’avvento del digitale queste barriere sono state abbattute e grazie a qualche ausilio hardware e software è possibile utilizzare le informazioni GPS per georeferenziare correttamente ogni fotografia scattata. Leggi tutto “Georeferenziare le fotografie su Mac OSX: HoudahGeo!”

Raw Therapee – Recensione!

14/12/07 UTENTI WINDOWS Aggiornamento: VERSIONE 2.3 BETA disponibile per il download! Dopo diversi mesi di assenza, è uscita una nuove versione di testing, per il momento solo per utenti Bill-addicted.A questo link le ultime news.

*****************************************************************************************

!! FORUM: tutte le ultime novità su questo articolo in questo thread.

Continua la saga di chi peregrina tra decine di titoli per trovare il software-pretesto per passare a linux definitivamente…

Oggi ci occupiamo di Raw Therapee (THe Experimental RAw Photo Editor – ma si sta pensando ad un altro nome…), software creato da Gbor Horvth, che si propone di inserirsi nel mercato dei parecchi convertitori dei files RAW ora in commercio. Iniziamo da una cosa essenziale: è free (ma non opensource), nonostante si possa contribuire con 5 $ al progetto in maniera assolutamente volontaria.

L’installazione è semplicissima, basta scaricare il pacchetto per linux, Leggi tutto “Raw Therapee – Recensione!”

Prova su strada: Lightzone 3.1 per Windows

logo lightzoneE’ passato più di un anno dalla recensione di un software assolutamente rivoluzionario che avevo additato come la ‘killer application’ in fatto di software fotografico, soprattutto perché veniva rilasciato anche per piattaforma Linux. Sto parlando di LightZone, arrivato alla versione 3.1. Acqua sotto i ponti ne è passata, purtroppo nelle varie release si è perso il porting proprio verso questo OS, con buona pace di tutti gli utenti (come me) che aspettavano qualche update nato sotto l’egida del free as a beer, che purtroppo non è arrivato.

Provare LightZone 3.1 è stato come provare un nuovo software rispetto all’ultima versione funzionante sul mio pc, la 2.2. Innanzitutto si è adeguato all’andazzo nerognolo degli ultimi bolidi della concorrenza; come al solito ribadisco che effettivamente le tinte scure contribuiscono ad una migliore visualizzazione dello spazio di lavoro, dando contrasto alle immagini e risultando sicuramente più riposante.

Il workspace è suddiviso in due: una parte con funzionalità di browser, una di editing. Nella prima troviamo l’albero delle directory a sinistra, uno spazio per le miniature (con informazioni sul rating ed altro), la finestra dell’anteprima dell’immagine, un riquadro dove è possibile assegnare punteggi ed alcune informazioni di base come metadati.

browser LZ 3.1

L’apertura delle anteprime è sufficientemente rapida, in più è possibile tramite dei comodi comandi ruotare l’immagine (anche se l’orientamento originale è letto direttamente dalle informazioni scritte originariamente dalla fotocamera), assegnarle un punteggio, cancellarla, oppure agire sulle miniature determinandone sia la dimensione, che l’ordinamento. Completano l’interfaccia alcune funzioni come stampa dell’immagine, invio per email, applicazione rapida di filtri di impostazioni create precedetemente come polarizzatori, bianco e nero, aumento del contrasto, ecc., sicuramente comodi per elaborare in batch pù immagini della stessa sessione fotografica: basterà salvare le impostazioni di editing fatto su una immagine, per poi applicarle alle altre. Leggi tutto “Prova su strada: Lightzone 3.1 per Windows”

MonoSlideshow – slideshow personalizzabile

Oggi parliamo di Monoslideshow, uno script per siti internet che permette di costruire slideshow altamente personabilizzabili, a partire solamente da un file XML e senza avere conoscenze di programmazione in Adobe (ex-Macromedia) Flash; il tutto ad un prezzo tutto sommato accessibile.

Innanzitutto diciamolo: è assolutamente uno dei tool più potenti che abbia mai visto in giro ma, proprio per questo motivo, è anche uno dei più macchinosi per i principianti, a causa purtroppo della gestione da file di testo che necessita di un minimo di lettura del manuale (peraltro molto completo e chiaro). Fortunatamente c’è un modo per semplificare il tutto, lo vedremo dopo. Leggi tutto “MonoSlideshow – slideshow personalizzabile”