Backup all’italiana (1^ parte)

Uno dei problemi che maggiormente assillano il fotografo digitale è la conservazione dei propri scatti.
In pratica qualsiasi fotografo ha il terrore che accada questo:

Foto © John Boston

Come evitare di perdere tutte le proprie fotografie in caso di disastro naturale e non, è un argomento dibattuto spesso tra gli interessati, e anche su questo blog se ne è già parlato in precedenza. C’è chi tiene le schede di memoria come fossero rullini e ne compra sempre di nuove, chi fa il backup su hard-disk esterni, chi masterizza furiosamente su DVD, chi mette in pratica tutte queste soluzioni contemporaneamente.

Un’altra possibile soluzione è il backup su server esterni, tramite internet. Il vantaggio di questo sistema è la delocalizzazione dei files, per cui se anche dovesse andarvi a fuoco la casa o l’ufficio (fate tutti gli scongiuri del caso, non mi offendo) i vostri preziosi ricordi fotografici saranno al sicuro altrove. Non è un caso se i servizi di online backup sono spuntati come funghi e moltiplicati come conigli, ma la maggior parte di essi sono decisamente molto costosi, poco intuitivi nel loro utilizzo, e generalmente supportano solo Windows o al massimo Mac. Ma noi abbiamo scovato l’eccezione, che per di più, è completamente made-in-Italy.

Si chiama Memopal, e ha sede a Roma.

Leggi tutto “Backup all’italiana (1^ parte)”

Miro 1.2

Stavo cercando un po’ di tutorial video che mi spiegassero come curare il nuovo arrivato in casa, un Acero palmato giapponese bonsai di 12 anni. Questo prima di fare cavolate ed ucciderlo.

Tutto contento mi metto su youtube e cerco ma… cappero non c’è un sistema centralizzato che mi permetta di fare ricerche anche sugli altri servizi di video online,  salvare quelli che mi interessano, condividerli, creare canali a tema e playlist??

miro

E così mi sono imbattuto in Miro 1.2, un software free ed opensource che permette di fare tutte queste cose. Richiede un sistema operativo a scelta tra Mac, Win e Linux, con pacchetti già pronti per alcune distribuzioni tra cui Ubuntu. Una volta installato, digitando alcune parole chiave nella barra di ricerca, verrano scandagliati diversi motori di ricerca ed i risultati sono riportati nella comoda finestra del programma.  A questo punto, i video desiderati possono essere scaricati nella libreria personale oppure condivisi via email, digg ed altri servizi; ci interessa avere il file .flv? nessun problema, tramite il menu a tendina si può aprire la cartella contenente i file originali e convertirli con il nostro software preferito!

insomma, molto utile!

Compiz sempre aggiornato su gusty

Volete  avere sempre compiz aggiornato? inserite in /ets/apt/sources.list queste righe:

 # Quattro's Ubuntu Gutsy EyeCandy Repository (GPG key: FC16ED1D)
   deb http://kwatrow.nl/repo Gutsy compiz-fusion-git
   deb-src http://kwatrow.nl/repo Gutsy compiz-fusion-git
  Leggi tutto "Compiz sempre aggiornato su gusty"

Usare il Sansa View col protocollo MTP in K/Ubuntu, ovvero “come aggiornare libmtp all’ultima versione”

Ci sono prodotti che sono diventati così diffusi da diventare parole di uso comune, soppiantando il termine originale e corretto. “PlayStation” ne è un classico esempio. E “iPod” ne è un altro, essendo andato a sostituire “lettore MP3” nel lessico popolare.

Non è infrequente leggere recensioni di nuovi DAP (Digital Audio Players, “Lettori di Audio Digitale” ovvero… iPod 😉 ) in cui il prodotto viene entusiasticamente presentato come l'”iPod Killer”, ossia quell’apparecchio che avrebbe le capacità di contrastare (e battere) il predominio del gingillo Apple nel mercato dei lettori portatili. Leggi tutto “Usare il Sansa View col protocollo MTP in K/Ubuntu, ovvero “come aggiornare libmtp all’ultima versione””